QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

D66 modifica la fattura di vaccinazione per l’infanzia

D66 modifica il disegno di legge che dovrebbe dare alle organizzazioni di assistenza all’infanzia la possibilità di rifiutare i bambini che non sono stati vaccinati contro malattie infettive infantili come la poliomielite, la parotite e la rosolia. Questa proposta è già al Senato, ma si rivela avere effetti indesiderati nell’era post-Corona.

E la Camera dei Deputati ha votato Proprio prima del corona Con il disegno di legge, che mira a offrire ai genitori la possibilità di scegliere l’asilo nido con solo bambini che hanno ricevuto le vaccinazioni dal programma nazionale di immunizzazione.

Ora, a distanza di due anni, anche le vaccinazioni per il covid degli adulti fanno parte del programma nazionale di immunizzazione. E ciò potrebbe significare che anche i dipendenti che non hanno il colpo di corona possono essere respinti.

spiacevole sorpresa

Membro del Parlamento Van Menen (D66), che ha proposto il disegno di legge Difeso in Senato, è stato spiacevolmente sorpreso da questa svolta degli eventi, così come molti senatori sia della coalizione che dei partiti di opposizione. Perché in questo modo sembra esserci una coazione non intenzionale a vaccinare o l’urgenza di prendersi cura dei bambini.

Van Meenen scriverà ora una cosiddetta novella sul disegno di legge, in cui dovrebbe essere chiarito che le organizzazioni di assistenza all’infanzia possono rifiutare solo bambini e adulti che non hanno ricevuto vaccinazioni di base per l’infanzia. Il nuovo testo deve essere prima votato alla Camera dei Deputati.

READ  Malattie muscoloscheletriche I Paesi Bassi pagano volentieri la terapia genica da SMA