QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Dal supergun russo al nastro esplosivo americano

Così, dopo più di 400 giorni di guerra, il campo di battaglia ucraino è diventato un banco di prova per tutti i tipi di armi. Alcuni di loro non sono mai stati usati in guerra prima. Ad esempio, martedì gli Stati Uniti hanno deciso di inviare dieci sistemi antimissile sperimentali per abbattere i droni kamikaze iraniani, sebbene la loro efficacia non sia stata ancora dimostrata. Altre armi, come il supergun russo Pion, sono molto vecchie e sono state conservate per anni. Numero di armi di fila:

1. M58 Miclic: un nastro di esplosivo contro le linee di difesa russe

Sei mesi dopo che l’Ucraina ha confermato di aver ricevuto questa devastante arma americana, è diventato chiaro che l’esercito stava usando il “filo esplosivo” nella battaglia di Bashmut. Un video pubblicato martedì su Telegram mostra la 93a brigata meccanizzata che spara a Miclic sulle posizioni russe vicino a Shaqqin, nel sud di Bashmut.

Il nastro di 107 metri, lanciato da un motore a razzo, vola alto nell’aria, solo per atterrare poco dopo su un’area di fronte agli appartamenti. Pochi secondi dopo, ci fu un’enorme esplosione. Una carica esplosiva viene inserita nel nastro ogni 30 cm. La potenza esplosiva di Miclic è così massiccia che negli Stati Uniti può essere utilizzata solo su due poligoni di tiro durante gli esercizi di allenamento.

Miclic è stato progettato per distruggere le linee di difesa nemiche con ostacoli e creare una corsia nei campi minati per l’avanzata di carri armati e veicoli corazzati. Il nastro è in un veicolo guidato da un’auto blindata. L’esplosione ha creato un percorso sicuro lungo 100 metri e largo 8 metri.

Fu solo a novembre, mesi dopo che gli Stati Uniti avevano annunciato che avrebbero fornito all’Ucraina “materiale” per lo sminamento, che divenne chiaro che anche Miklik era stato inviato. Quest’arma è anche in grado di distruggere le piramidi di cemento che i russi hanno posizionato in tutto il campo di battaglia per respingere gli ucraini. Miclic è stato utilizzato dalle forze armate statunitensi dal 1988 ed è già stato schierato in Iraq, anche contro i militanti dell’ISIS.