QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Dall’America all’Italia: questo è ciò che la stampa internazionale dice di Kompany

Dall’America all’Italia: questo è ciò che la stampa internazionale dice di Kompany

Due anni fa, Vincent Kompany è stato spinto verso l’uscita da Wouter Vandenhaute dell’RSC Anderlecht. Oggi è l’allenatore del Bayern Monaco. Un errore doloroso al Lotto Park. Anche i media internazionali hanno ripreso la grande notizia del trasferimento della Kompany al Bayern. Una panoramica.

New York Times (Stati Uniti): “Non c’è dubbio che il Bayern Monaco stia facendo un salto con un allenatore di 38 anni che non ha lavorato in un grande club. Alla fine è tutta una questione di stile e di calcio di Kompany, che fa molto affidamento su Pep Guardiola, che ha giocato nel Bayern Manchester Il City si adatta al modo in cui vuole giocare e si adatta alla rosa attuale. Kompany parla un ottimo tedesco, anche questo non è un fattore decisivo, ma il Bayern vuole un allenatore che possa integrarsi piuttosto che diventare un’isola nel club.

Sport (Spagna): “Pep Guardiola, che ha allenato il Bayern dal 2013 al 2016 e ha allenato la Kompany nei suoi primi anni a Manchester, ho chiaramente fiducia nelle sue capacità. Ho una buona sensazione riguardo al suo lavoro. Come persona, mi piace la sua personalità, la sua conoscenza. Il suo legame con lo sport, i media… mi piacerebbe vederlo al Bayern”, ha detto. “La scommessa del Bayern sarà ripagata?”

L’Equipe (Francia): “Era in cantiere e ora è ufficiale. Mercoledì il Bayern Monaco ha ufficializzato l’arrivo dell’ex allenatore del Burnley, Vincent Kompany. Dopo i rifiuti di Xabi Alonso, Ralf Rangnick e Julian Nagelsmann, il Bayern ha deciso di prendere le redini dell’ex difensore della nazionale belga .”

READ  Meloni: L'economia italiana cresce più velocemente della media europea

La Gazzetta dello Sport (Italia): “Esternamente, la scelta di un nuovo allenatore è stata accolta con un grande punto interrogativo. Ma non internamente. Dopo una lunga ricerca, il Bayern Monaco ha scelto Vincent Kompany. Il belga guiderà il club bavarese per i prossimi tre anni. Il nome del generale Subito menzionato l’allenatore Max Eberl van Kompany, poi Xabi Alonso, Nagelsmann ha parlato per nome con Rangnick e Tuchel, ma all’interno del club c’è molto impegno, tanto che il club tedesco pagherà circa 12 milioni di euro per liberarlo dal Burnley.

Club Media Bayern Monaco (Germania): “Con 38 anni, Kompany sarà il terzo allenatore più giovane della Bundesliga la prossima stagione, dietro Fabian Herzeler del St. Paul (31) e Ole Werner del Werder Brema. È visto come un allenatore altamente comunicativo che vuole che la sua squadra sia audace, giocare a calcio offensivo con le mani.

BBC (Regno Unito): “Alla fine hanno scelto Kompany, ignorando la sua brutta stagione al Turf Moor e rimanendo incantati dal calcio moderno e progressista delle sue squadre a Burnley e Anderlecht. Kompany è stato voluto da tempo da diversi club europei, ma la grande domanda è perché Il Bayern Monaco si è rivelato un lavoro davvero poco attraente, probabilmente era ottavo o nono nella selezione, ma Kompany si è costruito una bella reputazione durante la sua permanenza ad Anderlecht e Burnley, nonostante sia retrocesso.

Per saperne di più: