QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Dalle ulcere alle gengive sanguinanti, gli esperti rivelano cosa dice la tua bocca sulla tua salute

Le nostre bocche sono l’unica cosa che usiamo tutto il tempo: chiacchierare con i nostri amici, sorseggiare G&T, urlare ai bambini che la cena è pronta e, naturalmente, prendere in giro tutte le cose deliziose.

Ma oltre a sapere che dovresti lavarti i denti e usare il filo interdentale due volte al giorno, quanto conosci bene la tua bocca e cosa dice del resto del tuo corpo?

Probabilmente non molto, il che potrebbe avere qualcosa a che fare con il fatto che la maggior parte di noi si sottopone a un esame medico.

Secondo il nuovo indice di benessere Bupa, il 60% dei britannici non ha preso un appuntamento dal dentista negli ultimi 12 mesi e il 25% afferma che la propria salute dentale è peggiorata a causa dell’epidemia.

Il dentista James Gulnick dice che vale la pena dare la priorità alla salute dei tuoi denti.

“La tua bocca è davvero il guardiano di tutto il tuo corpo e solo il tuo team odontoiatrico è addestrato a individuare i primi segni di problemi”, spiega.

malattia parodontale

“Siamo in una posizione privilegiata per vedere i nostri pazienti regolarmente, spesso quando sono in buona salute, a differenza dei nostri colleghi medici. Come dentista,

Non solo vedo segni di carie e malattie gengivali, cerco anomalie e primi segni di malattia nei muscoli del collo e nelle ghiandole”.

Quindi non sono solo i nostri denti e la salute orale ad essere colpiti se saltiamo gli esami dentistici ogni sei mesi.

Potremmo perderci i segni vitali della nostra salute in generale, dal diabete al cancro e ai disturbi alimentari.

In occasione del Mese Nazionale del Sorriso, che prosegue fino a giovedì, gli esperti svelano i pericoli che si nascondono nelle nostre bocche…

READ  Malattie muscoloscheletriche I Paesi Bassi pagano volentieri la terapia genica da SMA

Grumi e piaghe

Le gocce di Bonjela di solito causano ulcere abbastanza rapidamente, ma se le protuberanze rosse e dolorose sono state sgradite per molto tempo, possono indicare qualcosa di più serio.

“Le ulcere peptiche che impiegano più di 10 giorni per guarire possono essere dovute a un sistema immunitario indebolito, carenza di ferro o vitamina B12, HPV orale o cancro orale”, afferma James.

La dottoressa Susie Lloyd, dentista di Bubba, spiega che può essere causata da molte cose: “Protesi dentarie poco aderenti, denti del giudizio in eruzione, infezioni, farmaci, carenze nutrizionali o danni che si verificano durante lo spazzolamento.

Sono molto ordinari. Ma se hai un’ulcera alla bocca che non guarisce, è ora di chiedere aiuto”.

E non sono solo le piaghe da rabbia che possono indicare il cancro orale.

Secondo il SSN, i grumi inspiegabili e persistenti nella bocca o nel collo potrebbero non andare via.

Gengive sanguinanti e gonfie

Qualche goccia di sangue dopo un uso eccessivo del filo interdentale può sembrare motivo di preoccupazione, ma non ignorarlo.

“Il sanguinamento delle gengive è un segno di infiammazione nel corpo e di un sistema immunitario indebolito”, afferma James.

Anche le gengive gonfie possono indicare una gravidanza. “Spesso vediamo le nostre pazienti incinte guardando nelle loro bocche”, rivela James, notando che i sintomi sono gengive gonfie e più sanguinamenti del solito.

“È molto più facile scoprire se abbiamo già visto la paziente, quando non era incinta, quindi possiamo fare un confronto”.

James dice che i dentisti possono persino registrare che una donna è incinta prima di aprire la bocca.

“Alcuni si sentiranno male se la sedia è distesa!”

READ  Ospedali, GGD, medici di base, Croce Rossa e gruppi di assistenza ...

bocca asciutta

“Una bocca secca o una patina bianca sulla lingua possono indicare il diabete”, dice James.

Quest’ultimo è un segno di disidratazione, comune nelle persone con diabete, e anche un sintomo di iperglicemia (alti livelli di glucosio).

“La secchezza delle fauci può anche indicare mughetto o carenza di vitamina B”, aggiunge James.

Erosione dei denti e carie

L’erosione dello smalto dei denti è un importante regalo che ha qualcuno con un disturbo alimentare.

Potrebbe esserci un chiaro schema di erosione dei denti a causa di ripetuti episodi di vomito. Questo potrebbe indicare disturbi alimentari, come la bulimia, ed è anche collegato a più carie”, afferma Susie.

“Questo perché il vomito contiene acidi dello stomaco, che sono corrosivi e abbastanza forti da erodere lo strato di smalto che protegge i denti”, spiega.

“L’erosione aumenta il rischio di carie, provoca sensibilità e può portare a cambiamenti nel morso o alla perdita dei denti.

In casi così delicati, è nostro dovere come dentisti capire la causa dell’abrasione e trattarla di conseguenza.

Se sentiamo che qualcuno sta mostrando segni di un disturbo alimentare, vogliamo dargli un segnale per chiedere aiuto e chiedere se vuole che lo indirizziamo al suo medico di famiglia”.

Se non ci sono disturbi alimentari, il cibo potrebbe essere il colpevole. “La carie ci dà un’indicazione che la tua dieta è un problema”, dice James.

“Un dente usurato, tenero o sensibile potrebbe indicare una dieta acida o un reflusso acido”.

malattia gengivale

Le malattie gengivali possono portare alla perdita dei denti e all’alitosi, ma indicano anche una miriade di altri potenziali problemi.

“La ricerca mostra collegamenti tra malattie gengivali e condizioni come diabete, malattie cardiache e pressione sanguigna”, spiega James.

READ  Jean Paternot (D66) discute di "scatole di puntura" in tutto il paese

Il tuo dentista ti consiglierà se è preoccupato e pensa che dovresti consultare il tuo medico di famiglia.

placca batterica

L’accumulo di placca può riferirsi a qualcosa di più di una semplice spazzolatura accurata.

“Se la tua bocca ha molta placca batterica, le teorie sono che puoi inalarla e diffondere i batteri nei polmoni”, dice Suzy.

“Mentre i dentisti non possono diagnosticare se un paziente ha un problema ai polmoni, se ha una cattiva salute orale, ci sono alcune prove che la placca batterica inalata può causare infezioni o peggiorare le condizioni polmonari esistenti, specialmente negli anziani”.

Susie dice che è essenziale migliorare la tua salute orale per evitare uno scenario del genere.

Il suo consiglio è: “Lavarsi i denti due volte al giorno con un dentifricio al fluoro, prestare particolare attenzione ai punti in cui la placca si accumula intorno alle gengive e usare il filo interdentale o utilizzare uno scovolino una volta al giorno per pulire le aree difficili da raggiungere tra i denti”.

Il tuo sorriso e i tuoi polmoni ti ringrazieranno.