QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

De Bleecker: “Ci sono ancora 135 milioni di buoni Corona in circolazione” per viaggiare

Quasi la metà dei voucher Corona, che sono stati emessi a persone il cui viaggio è stato annullato all’inizio dell’epidemia di Corona, non era ancora stata utilizzata. Rappresenta un importo di circa 135 milioni di euro. Lo ha detto venerdì il ministro di Stato per la protezione dei consumatori Eva de Bleecker (Open Vld). Il governo ha lanciato la Corona Coupon Bank: gli organizzatori di viaggi possono prendere in prestito denaro per pagare i coupon dovuti ai clienti. Non riceveranno i soldi fino a dicembre, mentre i buoni sono già stati riscattati da settembre.




I tagliandi sono stati creati all’inizio dell’epidemia di Corona. I consumatori il cui volo è stato cancellato possono prenotare un nuovo volo con esso in un secondo momento. In questo modo volevano evitare che le agenzie di viaggio fallissero perché dovevano pagare in massa i voli cancellati.

I voucher erano validi per un anno per prenotare un nuovo volo. Chi non l’ha ancora fatto può chiedere il rimborso. Quindi il tour operator aveva sei mesi per effettuare il pagamento al cliente. Quindi i primi buoni di viaggio dovevano essere riscattati al più tardi a settembre.

Ora sembra che circa la metà dei voucher Corona debba ancora essere utilizzata per un nuovo volo, ovvero una cifra stimata di 135 milioni di euro. Una grossa somma che devono pagare i tour operator.

Per renderlo possibile, il governo federale sta lanciando la Corona Coupon Bank. I tour operator possono ottenere un prestito dallo stato per ripagare i loro clienti. Possono prendere in prestito un massimo di 3 milioni di euro e un massimo dell’80% dell’importo totale dei buoni. Possono anche utilizzare i fondi solo per riscattare i coupon dovuti e devono trasferire i fondi direttamente al consumatore. Il tasso di interesse annuo sui prestiti è del 3% e deve essere rimborsato entro cinque anni.

READ  Il valore del bitcoin scende e balza di nuovo dopo i tweet di Elon Musk | Capitale

Gli organizzatori di viaggi che desiderano contattare la Corona Coupon Bank devono informare la Federal Public Service Economy entro il 16 novembre al più tardi. Prenderà una decisione entro l’inizio di dicembre e pagherà il denaro preso in prestito entro il 31 dicembre al più tardi.

Il prestito governativo, per il quale sono stati stanziati 210 milioni di euro, è un’iniziativa del ministro delle Finanze Vincent van Bettieghem (CD&V), del ministro dell’Economia e del Lavoro Pierre-Yves Dermann (PS) e del ministro degli Esteri de Bleecker.

“Attraverso la soluzione del prestito governativo, garantiamo al consumatore il corretto rimborso e diamo ossigeno finanziario agli organizzatori di viaggi”, ha affermato de Bleecker. “Penso soprattutto alle piccole agenzie di viaggio indipendenti, che hanno utilizzato le proprie finanze personali per mantenere in vita la propria attività”.