QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

De Jong, membro dell’OMT: “Solo test in un festival o in un club, niente più vaccinazione o certificato di guarigione”

Un certificato di vaccinazione e recupero non deve garantire l’accesso a festival o club, poiché questa petizione è stata presentata dal membro dell’OMT e virologo all’UMC di Amsterdam Menno de Jong nella nuova domanda di Q&A di Corona ALLE 5. “Il test è sempre più sicuro. La vaccinazione non protegge al cento per cento dalle infezioni. Funziona bene contro le infezioni gravi, ma è meno efficace per le infezioni lievi o asintomatiche”.

Secondo De Jong, a metà agosto c’è sicuramente la possibilità che i festival e la vita notturna ricomincino. Tuttavia, il membro dell’OMT ritiene che gli eventi all’aperto abbiano maggiori possibilità. All’aperto, il rischio di infezione è inferiore. Lo dico sempre ed è vero. Per i festival, la politica di ingresso è più facile da organizzare che per i caffè o i locali notturni.

La vaccinazione non protegge al 100% dalle infezioni

Membro OMT Mino De Young

Il virologo consiglia sempre di rendere obbligatorio un test corona negativo quando si visita un festival o una discoteca. “Penso che in termini di politica di accesso dovremmo sempre avere un test negativo invece di un certificato di vaccinazione o un certificato di recupero o un test negativo. Il test è sempre più sicuro. La vaccinazione non protegge al cento per cento dall’infezione. Funziona bene contro gravi infezione, ma è meno efficace per l’infezione lieve o asintomatica.

E continua: “Potresti anche finire in una situazione in cui entrino nel club persone con un certificato di vaccinazione e una lieve infezione. In questo modo possono trasmettere l’infezione ai non vaccinati. Se poi metti alla prova tutti per andare sul sicuro, anche dopo il 13 agosto e poi anche per festival e discoteche. Potrebbero essere in grado di riaprire.”

READ  La stragrande maggioranza dei genitori sarà vaccinata contro Corona

Diecimila feriti

E venerdì il Consiglio dei ministri ha deciso incautamente di frenare nuovamente la movida e bandire i festival, perché il contagio da Corona non va bene. Sabato, per la prima volta quest’anno, i Paesi Bassi hanno registrato più di diecimila infortuni in un giorno. Ad Amsterdam erano quasi ottocento. Mai prima d’ora le infezioni sono aumentate così rapidamente nei Paesi Bassi come la scorsa settimana.

De Jong: Sono rimasto scioccato da questo. Nessuno si aspettava questo, un aumento così significativo dopo solo due settimane di diradamento. Trascende anche tutti i modelli ei margini di incertezza al loro interno. Ciò significa anche che i modelli non forniscono più la bussola di cui abbiamo bisogno. Ci aspettavamo anche che il numero di infezioni sarebbe aumentato a causa dell’allentamento e che il calo dei ricoveri sarebbe rimasto stagnante. Ora che abbiamo visto quei numeri, non sappiamo cosa accadrà”.

“Ero un po’ arrabbiato quando ho visto Hugo de Jong dire questo; è disinformazione”

MEMBRO OMT MENNO DE JONG

Il membro dell’OMT teme che l’infezione, che ora si verifica principalmente tra i giovani, continuerà a infiltrarsi nella popolazione vulnerabile. “Certo che sono vaccinati, ma abbiamo un tipo delta da cui i vaccini proteggono molto poco. I gruppi più vulnerabili sono già stati vaccinati all’inizio di quest’anno, il che significa che la protezione potrebbe anche finire un po’. Sono preoccupato che potrebbe esserci un aumento dei ricoveri ospedalieri”.

De Jong afferma che il fatto che la modellazione non sia più possibile al momento è preoccupante. “In termini di non sapere dove finisce questa curva, sembra marzo 2020. Ovviamente vediamo un aumento del tasso di vaccinazione e quindi in una situazione diversa. Una gran parte della popolazione a rischio è protetta, quindi i rischi sono ridotti , ma non sappiamo quanto meno.”

READ  Il presidente di GGD Rovoet: "I giovani possono essere vaccinati quest'estate...

covid lungo

Secondo un virologo, non dovremmo sottovalutare i rischi di contrarre il virus polmonare COVID-19. Molte persone pensano che lo stiamo introducendo ora, ma è un rischio correlato. Tutti conoscono qualcuno che è rimasto seduto a casa per mesi ed è molto stanco. Se questa diventa una popolazione troppo numerosa tra i giovani, avrà anche un effetto. Dobbiamo tener conto anche di questo».

Due settimane fa è entrato in vigore il più grande rilassamento dalla crisi di Corona. Quasi tutto era di nuovo permesso. De Jong: “Sulla base dei numeri di poche settimane fa, gli allentamenti erano chiari. Lo sostengo così come il team OMT. Tuttavia, l’OMT ha consigliato di eseguire il test di accesso al massimo 24 ore prima che l’erario scegliesse quaranta ore. Potrebbero succedere molte cose in quel periodo se solo fossi stato infettato”.

disinformazione

Menno de Jong è scontento della campagna “Ballando con Jansen” del ministro uscente Hugo de Jong. ”Vaccinarsi la mattina e ballare in discoteca la sera. Questo è un po’ sfortunato. Ovviamente il vaccino non funziona allo stesso modo. Da allora è stato annullato, ma non ha aiutato. Mi sono un po’ arrabbiato quando ho visto Hugo de Jong dire questo; È disinformazione. Sappiamo tutti che il vaccino impiega due settimane per funzionare e produrre gli anticorpi”.

“Nel frattempo, dobbiamo esaminare attentamente perché la politica di accesso ha fallito così gravemente”

MEMBRO OMT MENNO DE JONG

in esecuzione

Nonostante abbia invertito il suo stato di rilassamento ora, De Jong pensa che potrebbe essere di nuovo completamente diverso in pochissimo tempo. ”Ciò che si dice spesso ora è che si tratta di una corsa tra le vaccinazioni e la variante delta. In questo momento, la versione Delta sta vincendo, ma il mese prossimo molte persone saranno ancora vaccinate e un grande gruppo riceverà il secondo vaccino”.

READ  Una dieta vegana sana è una questione di delicato equilibrio

“Il 13 agosto siamo già in una situazione diversa. Allora un vaccino potrebbe essere il vincitore. Nel frattempo, è anche necessario considerare attentamente perché la politica di accesso ha fallito così drammaticamente. Abbiamo anche bisogno di alcune idee migliori su questo, così possiamo organizzarci meglio in un mese, così ballare nelle discoteche sarà più sicuro”.

“Avevo anche l’idea che non saremmo mai usciti da qui”, conclude de Jong. Ero anche un po’ stordito. Con le procedure attuali, sono ottimista, non importa quanto siano orribili. Vedi anche quanto hai bisogno di ballare e sederti di nuovo nei caffè. La mia speranza è che questa crescita esponenziale possa fermarsi molto rapidamente e poi diminuire rapidamente di nuovo”.

📋 Unisciti al board AT5

Hai anche tu un’opinione sulla città? Tutti ad Amsterdam possono contribuire con idee su problemi attuali tramite il consiglio AT5. clic Qui iscriversi. E il Qui Maggiori informazioni sulla scheda AT5. Questa produzione è resa possibile con l’aiuto di svdj.