QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Decine di migliaia di cechi manifestano contro il governo, l’Unione Europea e la NATO | All’estero

Sia i gruppi politici di estrema destra che quelli collettivisti, compreso il Partito Comunista, ritengono che la Repubblica Ceca stia meglio come paese militarmente neutrale e dovrebbe essere in grado di trattare con i fornitori di petrolio e gas, inclusa la Russia.

La polizia ha stimato che nel pomeriggio circa 70.000 persone si sono radunate in piazza Venceslao, nel centro della capitale. Il che l’ha resa la più grande dimostrazione del forte aumento del costo della vita in trent’anni.

L’inflazione nella Repubblica Ceca è attualmente la più alta dal 1993, principalmente a causa dei costi delle abitazioni e dei prezzi dell’energia.Anche la banca centrale prevede un picco del 20 per cento nei prossimi mesi. Il governo ha impegnato un totale di 177 miliardi di corone (7,2 miliardi di euro) in aiuti di Stato. Ciò consentirà, tra l’altro, di aumentare le pensioni e gli stipendi dei dipendenti pubblici. Gran parte del denaro è destinato ai sussidi energetici.

Il primo ministro Peter Fiala, sopravvissuto al voto di sfiducia di venerdì, ha detto all’agenzia di stampa CTK che gli attivisti non volevano il meglio per il Paese. “L’appello alla protesta in piazza Venceslao è arrivato dalle forze filo-russe, indignate dalle opinioni estremiste e contrarie agli interessi della Repubblica Ceca”.

READ  Una coppia in India fa causa al figlio per non avergli dato un nipote | strano