QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Diabete dovuto alla solitudine: ‘I social network sono fondamentali per stare in salute’

È ormai noto che il diabete è causato dal peso del mangime, dal fumo e dalla mancanza di esercizio fisico. L’unità viene ora aggiunta a tale elenco. “Se vivi da solo e hai poco sostegno intorno a te, devi prendere le tue decisioni per vivere una vita sana”, spiega a EditieNL la ricercatrice Miranda Schramm dell’Università di Maastricht UMC+. “Se vivi insieme, stai facendo queste scelte anche per qualcun altro ed è facile fare scelte sane”.

Per fare esercizio o mangiare sano, spesso hai bisogno di qualcuno che ti convinca. Quando hai un piccolo social network, questo è ancora più difficile. Secondo Schramm, anche dopo il diabete, avere un social network è importante. Anche i medici di base dovrebbero prestare maggiore attenzione. “Una volta che hai il diabete, anche la rete intorno a te è molto importante per impedirti di ricevere più reclami”. Secondo Schramm, il social network non è solo avere un partner. “Tutte le persone che incontri un giorno sono quelle con cui puoi avere una conversazione. Questo può anche essere il vicino che viene ad innaffiare le tue piante”.

Regolare i livelli di zucchero

“Se hai il diabete, lavori 24 ore al giorno per regolare il livello di zucchero”, continua. “Avere un social network è importante per motivarti in questo.”

Diabete di tipo 2

Nei Paesi Bassi, attualmente 1,2 milioni di persone soffrono di diabete di tipo 2. Ogni giorno vengono aggiunti 150 nuovi pazienti.

Fonte: Maastricht UMC +

Maastricht UMC+ indagherà se la perdita di un social network ha un impatto su altre malattie. Ad esempio, la scoperta preliminare mostra anche che le persone con scarso supporto hanno maggiori probabilità di sviluppare la depressione.

READ  Un dipendente dell'OMS inviato a Wuhan racconta come la Cina gli abbia impedito di lavorare; Intanto Pechino continua ad isolarsi

Secondo la sociologa Beate Volker dell’Università di Utrecht, la mancanza di un social network gioca un ruolo molto importante nella solitudine. “Come persona, devi sapere che puoi andare da qualche parte se hai un problema”, ha detto a EditieNL. “Sai di essere sponsorizzato e di essere visibile. La dimensione di questa rete varia da persona a persona. La maggior parte delle persone ha una rete di circa tre persone”.

Ma oltre a queste poche persone che ti sono molto vicine, è anche importante, secondo Volcker, avere una rete un po’ più ampia. “Quindi hai la sensazione di appartenere. In un quartiere dove tutti si salutano, tutti si sentono inclusi. Senza molta interazione”.

Può essere difficile per le persone sole aumentare la rete. “Chattare con il cassiere può effettivamente aiutarti ad avere una mentalità diversa, o qualcuno che porta a spasso un cane per strada. Ti aiuta a lasciar andare quella sensazione. Poi hai un momento di felicità. Ma devi fare quel passo da solo. la parte difficile”.