QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

D’Ieteren ha registrato il più grande profitto giornaliero degli ultimi trent’anni

Ora che anche il gigante di Wall Street Larry Fink ha scoperto il gioiello della corona di Belleron, il contratto nascosto di Bruxelles è improvvisamente sul radar degli investitori di tutto il mondo.

Nessuna discussione sulla partecipazione più vistosa di martedì alla Borsa stabile di Bruxelles. Dettrain

a un quarto in più, facendo scendere di valore il mercato azionario da 6 miliardi a 7,5 miliardi in una volta sola.

Il commercio è molto forte con 147.000 unità finora. Nell’ultimo anno, ogni giorno sono stati cambiati in media 40.000 pezzi di D’Ieteren. Il salto di prezzo è anche di gran lunga il più grande dal 1990, l’inizio delle statistiche giornaliere. Il record precedente, buono per il 18%, risale a 26 febbraio 2016. Anche allora, grazie in parte a Belron, la holding è riuscita a sorprendere gli investitori.

La voce stima il proprietario di Carglass, compreso il debito, a 21 miliardi di euro, quindi il valore del titolo è solo aumentato Installato a 17,2 miliardi. La voce stima la partecipazione di D’Ieteren (50%) in Belron a 8,6 miliardi di euro. Per darvi un’idea: è molto più del valore di borsa del contratto D’Ieteren di lunedì sera, quindi poco più di 6 miliardi di euro.

KBC Securities ha aumentato il prezzo obiettivo di D’Ieteren da 121 a 190 euro. Il consiglio rimane logicamente “comprare”.

Lo scambio arriva in una nuova analisi del “totale delle parti” al prezzo di 222 euro per azione. Come promemoria: il rivenditore di auto D’Ieteren Auto, il produttore di laptop Moleskine e i contanti sono ancora inclusi nella prenotazione. Allo stesso tempo, l’analista sta applicando anche uno sconto minore, perché il “rischio di reinvestimento” della grande quantità di denaro è diminuito dopo l’ingresso nei segmenti TVH alla fine della scorsa settimana.

Il risultato è quindi un obiettivo di prezzo: il turbo viene allestito da 121 a 190 euro.


A lungo termine, intorno al 2025, riteniamo che sia in corso un’IPO di Belron.

Una valutazione massiccia. È così che ING menziona anche il prezzo del gioiello della corona di D’Ieteren Belron quando entra in tre grandi casse. “Questo è un importante catalizzatore per il prezzo delle azioni”, conclude l’analista David Wagman. La raccomandazione di acquisto ovviamente è stata mantenuta.

Wagman pensa anche di più. A lungo termine, intorno al 2025, riteniamo che sia in corso un’IPO di Belron. Si riferisce alla nuova e più prudente politica del debito in base alla quale la montagna del debito di Belleron è fissata a un utile operativo annuo triplo anziché quadruplo. Cap still, secondo le stime degli analisti di ING, consente a D’Ieteren di prelevare circa 500 milioni di dividendi all’anno dal proprietario di Carglass.

D’Ieteren è fuori classe su una Bel20 che inizia a scaldarsi dopo il brusco rally primaverile di luglio. Campana 20

È sceso dello 0,2 percento a 4.201 punti, ancora un solido guadagno del 16 percento dal nuovo anno.