QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

È così che trovi lo stile alimentare di cui il tuo corpo ha bisogno

A volte ti senti rinfrescato ed energizzato dopo aver mangiato, a volte stanco o gonfio? Quindi questo non è pazzo. Ciò che mangi ha un impatto su quanto ti senti in forma. Se sai qual è lo schema alimentare Il tuo corpo Hai bisogno, puoi includere nella tua dieta cibi che giovano bene al tuo corpo.

Questo è ciò che ti fa il cibo

Il cibo influisce su come ti senti riguardo a te stesso. Non solo fisicamente, ma anche emotivamente. Alcuni cibi ti danno una spinta e altri ti fanno gonfiare lo stomaco o ti rendono pigro, irritabile e stanco.
Se sei soggetto a emicrania o eczema, alcuni alimenti possono scatenare o esacerbare questi sintomi. La tua pelle può anche reagire al cibo. Potresti non sentirti meglio dopo cibi trasformati come cracker e zucchero. È un segno che il tuo corpo non riceve i nutrienti di cui ha bisogno.

Come trovi il tuo stile alimentare personale?

Per capire quali cibi fanno bene al tuo corpo e quali no, si tratta di trovare i “cibi migliori”. Questo richiede tempo e impegno. La buona notizia: una volta trovato il tuo stile alimentare, te lo godrai per il resto della tua vita.

Inizi escludendo alcuni alimenti per un po’ – diciamo, tre settimane – e poi li reintroduci uno per uno. In questo modo puoi vedere come reagisce il tuo corpo. Rinuncia a cibi che spesso causano gonfiore o altri disagi. Pensa agli alimenti che promuovono l’infiammazione e ai prodotti a cui molte persone sono sensibili.

Abbiamo elencato questi prodotti per te:

• Grano e altri cereali contenenti glutine
• Latte di mucca
• soia
• Arachidi
• Mais e altri prodotti a base di amido
Alimenti trasformati, come salsicce, patatine e biscotti
• La maggior parte degli oli vegetali, come olio di girasole e olio di canola

READ  7 segni che hai avuto un omicron senza saperlo

Dopo due o sei settimane, introduci un alimento alla volta ogni tre o quattro giorni per valutare se il tuo corpo sta rispondendo.

Cosa puoi mangiare in quelle due o sei settimane?

Ce n’è tanto Alimenti Che puoi ancora mangiare quando cerchi ciò a cui il tuo corpo risponde meglio. Pensa alla maggior parte delle verdure, ad alcuni frutti, a molti diversi tipi di fonti proteiche e ad alcuni carboidrati e grassi.

la verdura

La maggior parte delle verdure generalmente non sono un problema per il tuo corpo, soprattutto se le scaldi. È noto che solo le verdure crocifere causano flatulenza. Lo stesso vale per le verdure sulfuree come cipolle e porri. Se stai seguendo una dieta a basso contenuto di FODMAP, potresti dover tagliare alcune verdure perché altrimenti riceverai lamentele.

frutta

Bacche, meloni e agrumi sono ben tollerati dalla maggior parte delle persone. Quindi questi sono buoni frutti da mangiare. È anche a basso contenuto di carboidrati, il che è perfetto Se stai cercando un peso sano

Ci sono anche frutti che possono causare disagio ad alcune persone. Quindi presta attenzione ai seguenti frutti:

• ananas
• Una mela
• banane
• date
• uva
• ciliegia
• kiwi
• Mango
• Pera
• prugna

Se si verifica la formazione di gas dopo aver mangiato uno di questi frutti, vedere se è possibile sostituirlo con un frutto che non causi alcun disagio.

proteina

A meno che tu non sia intollerante al lattosio, il tuo intestino probabilmente risponderà bene ai latticini fermentati. Pensa allo yogurt, al formaggio e allo yogurt. Puoi usare il latte vegetale al posto del latte. Pensa al latte di avena o al latte di mandorla.

READ  Un vaccino contro la malaria potenzialmente rivoluzionario che supera con successo il primo ciclo di test: Suriname Herald

In genere puoi anche mangiare fonti di proteine ​​come pollo, pesce, uova, manzo e frutti di mare, a meno che tu non sia allergico ad esse. I legumi possono causare gas, quindi guarda come reagisci a loro. A volte piccole porzioni vanno bene, ma un piatto di fagioli può causare lamentele.

carboidrati

I cereali senza glutine sono generalmente delicati sull’intestino e quindi non causano alcun problema. Pensa al riso integrale, alla quinoa e all’avena.

Grassi

I grassi sani generalmente non causano problemi e puoi mangiare bene. È meglio garantire un buon equilibrio tra omega 3, omega 6 e omega 9. Il primo si trova nel salmone, il secondo nell’olio di semi di girasole e il terzo nell’olio d’oliva.

Poiché gli acidi grassi omega-6 sono già presenti in molti prodotti, spesso ne abbiamo già abbastanza. Quindi è meglio prestare attenzione se stai assumendo abbastanza omega 3 e 9.

Come andrai avanti?

Dopo aver eliminato tutti gli alimenti che possono causare sintomi da due a sei settimane, introduci un alimento alla volta ogni tre o quattro giorni. In questo modo puoi valutare se il tuo corpo sta reagendo. In questo modo, dopo un po’ troverai cibi che giovano al tuo corpo e ti fanno sentire bene.

Testo: blogger di salute Annemiek van der Krogt | Foto: Ogo