QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

E il miglior film di sempre… un film belga

È una tradizione consolidata della rivista Vista e suono Dal British Film Institute (BFI): Ogni dieci anni, a critici cinematografici, curatori e altri esperti di cinema viene chiesto quale pensano sia il miglior film mai realizzato. La prima indagine è stata condotta nel 1952, con Ladre de Bisiclet Vittorio De Sica su uno. Dal 1962 in poi Cittadino Kane Orson Welles ha scalato le classifiche per cinque uscite consecutive, lasciando il posto al capolavoro di Alfred Hitchcock nel 2012 vertigine.

L’anno scorso, il BFI ha nuovamente chiesto a 1.639 critici cinematografici, programmatori, accademici e altri esperti di cinema di presentare i loro 10 migliori film. E di nuovo venne un altro pensiero, in qualche modo sorprendente Numero uno sull’autobus: Jeanne Dillmann, 23 anni, quai du Commerce, 1080 BruxellesIl film è stato diretto dal belga Chantal Ackermann Realizzato nel 1975. Nella versione precedente il film era ancora al posto 35. vertigine E il Cittadino Kane Secondo e terzo classificato. Storia di Tokio Di Yasujiro Ozu In vena di amore Con Wong Kar Wai completa la top five.

Il film di tre ore e mezza segue tre giorni nella vita di Jeanne Dillmann (interpretata dall’attrice francese Delphine Seyrig), una madre single che si dedica alla prostituzione per sbarcare il lunario. Vedi come gestisce la sua casa, apparecchia la tavola e cucina le patate, a volte velocemente, a volte lentamente. Intanto gli uomini salutano. Alla fine ha anche ucciso uno dei suoi clienti, non a caso il ragazzo che le ha fatto venire l’orgasmo. Il tutto è presentato in uno stile minimalista, spesso con lunghe cutscene e riprese fisse da media distanza.

READ  Il giudice respinge la richiesta di archiviare il caso Harvey Weinstein All'estero

Chantal Ackermann.Foto di Cinzia Camela/WENN.com

Quello Jeanne Dillmann, 23 anni, quai du Commerce, 1080 Bruxelles Ora il numero uno nell’elenco di fiducia del BFI è sorprendente, ma non del tutto sorprendente. New York Times Già proclamando il film “il primo capolavoro femminile nella storia del cinema” e certamente tra gli intenditori di cinema, il lavoro di Ackerman, scomparso nel 2015, è sempre stato molto apprezzato. Il film non è un ready-made clip, e anche il BFI lo sa: “Il film è realizzato in stile cinematografico e con una strategia più vicina all’avanguardia rispetto alla tradizione mainstream, e con una durata inferiore di tre ore e mezza, richiede anche Orologio personalizzato. “

Ma soprattutto è anche un segnale importante: per la prima volta un film fatto da una donna è al top. Il menu di BFI è stato spesso criticato in passato per non essere abbastanza vario. Ecco perché il British Film Institute ha raddoppiato il numero dei votanti per raggiungere una lista più diversificata. Anche con il punteggio.

Jeanne Dillmann, 23 anni, quai du Commerce, 1080 Bruxelles È un film femminista di riferimento: mostra la vita quotidiana delle donne attraverso una lente femminile. Ackerman, che aveva solo 24 anni quando ha girato questo film, è stata subito attratta da lei Una delle pioniere del cinema femminile Lungo. Lo stesso Ackerman disse in un’intervista del 1977: “Penso che sia un film femminista, perché faccio spazio a cose che non vengono mai o quasi mai mostrate in quel modo, come le azioni quotidiane delle donne”.

In un altro sondaggio, il BFI ha anche chiesto a 358 registi quale pensavano fosse il miglior film di tutti i tempi. Il film di Ackerman è al quarto posto in questa classifica. in cima alla lista 2001: Odissea nello spazio Di Stanley Kubrick, nella prefazione Cittadino Kane E la prima parte di Il Padrino.

READ  Brandon Wayne sostituisce Walter van Berendonk all'Accademia di moda di Anversa

Jane Dillmann, 23, quai du Commerce, 1080 Bruxelles può essere vista su Sooner, Avila e myLum.