QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

È iniziato lo screening della popolazione sperimentale per il cancro del polmone

In questo studio, più di 26.000 persone sono state sottoposte a screening per il cancro ai polmoni. Queste sono le persone che hanno un rischio maggiore di ammalarsi perché fumano molto per molto tempo. Alcune di queste persone verranno proiettate altre due volte nei prossimi due anni, mentre altre riceveranno solo un altro schermo, tra due anni.

“I modelli attuali suggeriscono che dovremmo sottoporre a screening le persone in gruppi ad alto rischio ogni anno”, afferma Carlin van der Aalst, assistente professore all’Erasmus MC e coordinatore dello studio. “Sono molti i test. Questo è un enorme onere per i partecipanti e il sistema sanitario”.

La ricerca dovrebbe mostrare se il numero di scansioni può essere ridotto. “Per le persone che hanno un aumentato rischio di cancro ai polmoni, ma la cui prima scansione non mostra alcuna anomalia, sembra più sicuro sottoporsi a screening ogni due anni”, afferma Van der Aalst. “In questo studio, stiamo indagando se questo sia effettivamente abbastanza sicuro. Se lo fosse, risparmierebbe molta ricerca”.

La diagnosi precoce del cancro del polmone è importante, perché la possibilità di sopravvivenza diminuisce drasticamente man mano che il cancro progredisce verso uno stadio più avanzato. Delle persone il cui cancro ai polmoni viene rilevato in una fase iniziale, il 60% è ancora vivo dopo 5 anni. Tra le persone il cui cancro ai polmoni è stato rilevato solo all’ultimo stadio (stadio 4), solo il 3% è ancora vivo dopo 5 anni.

raggiungere il gruppo target

Oltre a ridurre potenzialmente il numero di scansioni, i ricercatori vogliono conoscere il modo migliore per raggiungere il gruppo target.

READ  Giornata mondiale dell'Alzheimer in punico | Bunniks. notizie

“Le persone ad alto rischio di cancro ai polmoni spesso hanno meno reddito e meno istruzione lavorativa, il che è correlato al fatto che fumano molto”, afferma van der Aalst. “Stiamo anche studiando il modo migliore per ottenere l’accesso a questo gruppo. Non si tratta di convincere le persone a partecipare, si tratta di far sapere alle persone in modo che possano prendere la propria decisione in base a cose che sono importanti per loro”.

“Abbiamo cercato di presentare le informazioni in modi diversi”, hanno detto i ricercatori. “Una versione con più testo, una versione con più immagini, offline e online. Abbiamo cercato di soddisfare sia le persone altamente qualificate che quelle meno qualificate, perché vuoi raggiungere tutti”.

Molto entusiasmo

Non è ancora chiaro se ciò sia dovuto al metodo di connessione, ma l’entusiasmo per la ricerca è comunque alto. Secondo Van der Aalst, ciò è in parte dovuto al fatto che gli screening non sono ancora offerti come standard, quindi molte persone in questo studio vedono l’opportunità di verificare la presenza di cancro ai polmoni.

Tuttavia, non tutti coloro che si iscrivono possono partecipare, perché sono richieste persone che fumano molto e da molto tempo. Delle decine di migliaia di persone che hanno presentato domanda, solo poche migliaia sono idonee a partecipare.

Contanti

Lo screening della popolazione non è privo di polemiche. In precedenza, Yolande van der Graaf, professoressa emerita all’Università di Utrecht, si era incrociata, tra gli altri Critica forte Sullo screening della popolazione per il cancro del polmone. Gli ha persino sparato a Volkskrant”soldi nell’abisso.

Secondo i critici, tale ricerca è inutile, perché uccide meno persone. Ad esempio, le persone che fumano molto muoiono meno di cancro ai polmoni a causa di screening extra, ma muoiono comunque per altre malattie. Van der Graaf ha precedentemente sostenuto che i soldi spesi per la ricerca sulla popolazione siano spesi per promuovere uno stile di vita più sano.

READ  Esplorare set di dati per conoscere la malattia di Parkinson in fase iniziale

Carlyn van der Aalst conosce bene le critiche. “Ma la nostra ricerca non è un sostituto per smettere di fumare”, dice. “Preferirei anche che le persone non fumassero affatto, ma ci sono ancora molti fumatori là fuori. Molte delle persone sottoposte a screening hanno persino smesso di fumare, ma il rischio di cancro ai polmoni rimarrà molto alto per molti anni venire.”

“È importante promuovere uno stile di vita sano, ma allo stesso tempo ci sono molti disturbi associati allo stile di vita, come molte malattie cardiovascolari”, Van der Alst Bares. “Allora non dovresti ricercarli tutti? Ovviamente dovresti sempre considerare se un intervento è utile, ma con l’attuale numero di fumatori pensiamo di poter aiutare con questa ricerca per molti anni a venire”.