QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Ecco quanto ha il fondatore di Dogecoin DOGE » Crypto Insiders

Billy Marcus, alias “Shibitushi Nakamoto”, ha avviato un nuovo progetto crypto nel 2013 con il suo partner Jackson Palmer chiamato Dogecoin (DOGE). Inizialmente doveva essere puramente uno scherzo, ma dopo qualche tempo il suo progetto ha iniziato a guadagnare terreno tra gli investitori di criptovaluta. Marcus ha annunciato su Twitter esattamente quanto DOGE possiede ora. Si scopre che il fondatore del progetto non è esattamente balena è essere.

Shibitoshi Nakamoto

Sebbene Markus sia il fondatore di dogecoin, attualmente non è collegato alla rete. Non è attivamente coinvolto nello sviluppo della rete Dogecoin, ma a volte parla della situazione.

Marcus lo chiarisce di nuovo su Twitter. Nelle sue stesse parole, non è altro che un membro della comunità dogecoin. Tuttavia, continuerà a supportare la comunità dogecoin ogni volta che lo riterrà opportuno.

Inoltre, ti consente di sapere quanto DOGE possiede personalmente. Si pensa spesso che come fondatore dovrebbe possedere un’enorme quantità di token, ma niente è meno vero. Marcus possiede circa 220.000 cani. Oggi questi token hanno un valore di mercato di soli $ 40.000.

Sebbene sia una cifra decente per la persona media, Marcus con il suo investimento in DOGE non ha la capacità di influenzare in modo significativo il prezzo. Invece, usa il suo status di fondatore per guidare la comunità de dogecoin.

READ  Ethereum a malapena in borsa, minimo da due anni - BTC Direct

Palmer è negativo su Dogecoin

Il suo co-creatore di dogecoin, Jackson Palmer, è più negativo su Dogecoin e sul resto del mondo Criptovaluta. Odia il fatto che faccia emergere gli aspetti peggiori della società capitalista.

Secondo Palmer La criptovaluta è lì solo per far arricchire una piccola quantità di ricchi. Nel caso di Dogecoin, c’è qualcosa da dire anche su questo. La stragrande maggioranza dei token DOGE è di proprietà di un gruppo molto ristretto di investitori.