QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Edo nominò Richard Professore di Demenza, in particolare di Prevenzione

Edo nominò Richard Professore di Demenza, in particolare di Prevenzione

generale

Nimega – Il neurologo Ido Richard è stato nominato professore di demenza, in particolare di prevenzione, presso l’Università di Radboudumc/Radboud. Vuole utilizzare ampi studi di intervento per vedere se il trattamento dei fattori di rischio della demenza come l’ipertensione e uno stile di vita non sano porta a una ridotta incidenza della demenza.

Una questione a lungo termine è il modo in cui Ido Richard descrive la sua ricerca sulla prevenzione della demenza. Se vogliamo sapere come possiamo prevenire la demenza, dobbiamo prima determinare esattamente come e perché si manifesta. Conosciamo già alcuni fattori di rischio, come uno stile di vita poco sano e la pressione alta. Ma non tutto è stato definitivamente dimostrato che esista effettivamente una relazione causale. Dobbiamo quindi indagare se possiamo prevenire la demenza rimuovendo questi fattori di rischio.

Approccio personale

Negli ampi studi di intervento, Richard esamina se le risorse digitali, come un’app per smartphone, possono supportare i cambiamenti dello stile di vita. “Ora sappiamo che le persone con un background migratorio o con uno status socio-economico inferiore hanno maggiori probabilità di sviluppare demenza. Allo stesso tempo, questo è un gruppo che è difficile per noi raggiungere con gli attuali consigli sulla prevenzione. La loro distanza dall’assistenza sanitaria è spesso fantastico. Proprio con queste persone vogliamo verificare se possiamo ridurre i rischi per loro.

Tuttavia, una ricerca condotta da Richard con persone provenienti da Inghilterra e Cina ha dimostrato che se le persone partecipano, partecipano anche attivamente: una volta superata questa soglia, è possibile lavorare attivamente sul proprio stile di vita con il coach. I cambiamenti dello stile di vita richiedono un approccio personale, afferma Richard. In uno studio attuale, sta sviluppando un’app che include consigli sullo stile di vita, obiettivi personali e un coach individuale sullo stile di vita. Questo coach fornisce ai partecipanti consigli e li motiva a iniziare a raggiungere i loro obiettivi. “In questo studio, prestiamo particolare attenzione al background dei partecipanti, comprese le preferenze dietetiche e la potenziale barriera linguistica”.

READ  In che modo la consapevolezza mi ha aiutato a gestire i sintomi del disturbo da deficit di attenzione

Domande etiche

Anche la ricerca focalizzata sui fattori di rischio per la demenza solleva nuove domande, afferma Richard. “Se identifichiamo chi ha un rischio maggiore, i confini tra chi ha solo un rischio maggiore e chi ha una fase iniziale della malattia scompaiono gradualmente, soprattutto se utilizziamo anche marcatori biologici della malattia, studio anche su questa particolare interfaccia gli aspetti etici e morali della prevenzione e della diagnosi precoce La questione centrale è: ecco quando qualcosa è effettivamente una malattia.

Vita professionale

Edo Richard ha studiato medicina all’Università di Amsterdam. Ha conseguito il dottorato di ricerca sulle componenti vascolari della demenza, con particolare attenzione alla prevenzione e alla patologia (titolo della tesi: Fattori vascolari nella demenza – prevenzione e patologia). Dopo la specializzazione come neurologo, ha lavorato per sei mesi alla Columbia University di New York e per diversi anni alla Medical University di Amsterdam. Nel 2014 ha iniziato a lavorare come neurologo presso il Radboud University Medical Centre, mantenendo contemporaneamente un appuntamento ad Amsterdam. Dal 2021 è professore speciale di Neurologia nella componente vascolare della demenza dal punto di vista della popolazione presso il Dipartimento di sanità pubblica dell’UMC di Amsterdam per un giorno alla settimana. La sua nomina a Professore presso il Radboud University Medical Center avrà effetto dal 1 maggio 2024 per un periodo di cinque anni.