QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Engi/Electrabel riceve sovvenzioni per centrali elettriche a gas a Vilford e Owers per sostituire le centrali nucleari | Notizia

Le centrali elettriche a gas del Brabante a Vilford e Oerse, un villaggio nella provincia di Liegi, sono state selezionate per ricevere sostegno. Lo dimostrano i risultati della prima asta del Meccanismo di Bonus di Capacità (CRM), pubblicata dal gestore della rete elettrica Ilya. Sono stati selezionati un totale di 40 progetti, con una capacità combinata di 4.447,7 MW. La capacità della centrale di Vilford sarà di 796,25 MW e di Oers 803,35 MW.




Il CRM è stato creato dal governo federale per garantire la fornitura di energia elettrica dal 2025, quando saranno chiuse le centrali nucleari in Belgio. Engie Electrabel ha presentato due progetti per centrali elettriche a gas, Vilford e Oyers. Prima asta per la consegna nell’inverno 2025-2026. Dei progetti che sono stati registrati per l’asta, è stato selezionato il 66 percento. Circa tre quarti delle bobine selezionate (2.799 MW) hanno richiesto una durata contrattuale di un anno, ma ve ne sono anche (1.648,72 MW) per 8 e 15 anni.

Più della metà dei progetti selezionati (56%) riguarda siti esistenti. Le due centrali elettriche a gas rappresentano il 36%, i progetti relativi alle batterie l’1% e i progetti di gestione della domanda (spegnimento) il 7%. Il prezzo medio annuo per i progetti selezionati è di 3.1671,57 EUR/MW. Si tratta di meno della metà del prezzo massimo fissato dal governo di 75.000 euro/MW. Il prezzo più alto scelto è stato di poco inferiore a 50.000 €/MW. Una seconda asta si terrà nel 2024.

Le condizioni sono soddisfatte

“Stiamo lavorando per garantire il percorso di fornitura”, ha spiegato Chris Peters, CEO di Elia. Ha detto in passato che sono “cinque meno dodici”. “Questo non è cambiato, ma siamo sulla strada giusta”, ha detto Peters. Il ministro dell’Energia Tine van der Straiten (Verdi) ha confermato che i termini dell’asta sono stati rispettati. Sembra che “il numero di progetti coinvolti sia eccessivo e il costo dell’investimento inferiore”. Il Ministro ha anche fatto riferimento alla partecipazione di tutti i principali attori del settore energetico e industriale, che a suo avviso indica la loro volontà di investire per garantire l’approvvigionamento.

READ  Ai pazienti a rischio over 65 può essere somministrata una seconda dose di AstraZeneca grazie a 700.000 vaccini consegnati: ecco come si fa | interni

sicurezza dell’approvvigionamento

C’è ancora incertezza sulle centrali elettriche a gas. Ad esempio, Awirs ha ottenuto un permesso, ma il permesso di Vilvoorde è stato negato dalla contea. Ora tocca al governo fiammingo decidere. Van der Straiten si fida di lui. Il ministro ha sottolineato che “la sicurezza dell’approvvigionamento è una responsabilità condivisa”, sottolineando la necessità di adottare misure procedurali per le centrali nucleari. In ogni caso, vi sarà un monitoraggio trimestrale dell’andamento.

Se l’esito di questa asta significa che il percorso è ora completamente spianato per la completa eliminazione delle armi nucleari, non vuole dirlo apertamente. Oggi, a questo punto del processo, non si tratta di un’esplosione nucleare. Ora prendiamo atto dei risultati del caveau». in altre parole, indipendentemente dal fatto che vada o meno a un’uscita nucleare completa.

“Impresa di qualità e competitiva”

Engie Electrabel è lieta che i progetti di gas ed energia a Vilvoorde e Awirs siano stati selezionati in un’asta CRM per un contratto di 15 anni con l’operatore di rete Elia. Siamo riusciti a sviluppare progetti di qualità e competitivi. Queste nuove centrali elettriche saranno ad alta tecnologia e verranno utilizzate per fornire elettricità locale e flessibile alle case e alle imprese belghe”, ha affermato il CEO Thierry Seigmann. “Una volta che avremo tutti i permessi necessari, i team saranno completamente concentrati sull’attuazione di questi due mega progetti, che rappresentano un investimento complessivo di Rs. miliardi di euro”.

Thierry Saegeman, CEO di Engie Electrabel. © Foto Notizie

“Estensione dell’accordo di coalizione”

Il partito politico MR è scettico sull’esito dell’asta CRM. Il CRM è attualmente ancora abbastanza incerto in termini di capacità di potenza disponibile. Siamo anche molto preoccupati per le emissioni di CO2 e il prezzo. Il presidente George Louis Bushes ha dichiarato su Twitter che la pianificazione di due centrali elettriche a gas il primo giorno della Cop 26 dovrebbe farci riflettere”.

Per Groen, invece, è chiaro che l’energia può essere garantita a tutti. “Oggi il nostro Paese sta affrontando ancora una volta un ostacolo importante nella transizione energetica verso il 100% di energia rinnovabile. Il risultato dell’asta dimostra che possiamo garantire l’approvvigionamento energetico per tutti. Questa è una notizia particolarmente positiva per le famiglie e le imprese”, ha affermato il presidente della Board, Myriam Al Masi. Gli elementi ora sono sul tavolo per poter attuare ulteriormente l’accordo di coalizione”.

Presidente del consiglio di amministrazione dei Verdi Miram Al-Massy.

Presidente del consiglio di amministrazione dei Verdi Miram Al-Massy. © Foto Notizie