QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Fact test: No, nessun blocco autostradale nazionale in Italia – Fact test

Il 20 aprile, la pagina Facebook olandese Bullet News rilascerà un “aggiornamento dall’Italia”. Il gruppo dice che quella mattina sono stati costruiti blocchi autostradali in tutta Italia. Ma non è corretto.

Cinque foto in un post di Bullet News martedì 20 aprile, mostrano auto e persone sparse su tutte le corsie che bloccano un’autostrada. Secondo la pagina Facebook, l’assedio sarebbe stato tolto in tutta Italia quel giorno (edizione 20 aprile). Non ci sono note per il contesto e foto per il combattimento.

© Bullet News

Bullet News si descrive come una “piattaforma multimediale per tutte le notizie (comprese le notizie da non vedere)” e ha circa 7.000 follower. Circa 18.700 persone visualizzano il pass postale.

Alcuni commentatori del post non credono che questa sia una protesta contro le azioni corona perché la maggior parte dei partecipanti indossa maschere.

Bullet News
© Bullet News

Le foto mostrano effettivamente una protesta nazionale in Italia martedì 20 aprile? Cominciamo a vedere.

La manifestazione immediata nelle foto è un tempo diverso. Nella prima foto vediamo un cielo grigio. Nella seconda, quarta e quinta foto sembra molto più soleggiato. Sospettiamo che le foto siano state scattate in luoghi diversi o in momenti diversi. La terza foto è una raccolta di tre foto. Sono come le schermate di un film.

Facciamo una ricerca inversa di tutte e cinque le immagini tramite Google Immagini. Possiamo vedere la prima foto in un articolo dal sito Automoto. Questa foto è accompagnata da un articolo sulla lotta dei proprietari del ristorante che avrebbe avuto luogo il 19 aprile.

Bullet News
© Bullet News

Nei risultati della ricerca, è possibile trovare una versione precedente della foto sul sito del quotidiano rumeno Ambasciatore. Secondo l’articolo, The A1, Tratto di autostrada tra Napoli e Milano Autostrade del Sol La giornata si è chiusa nei pressi della città di Caserta, nella regione meridionale italiana della Campania. L’organizzazione ANA-ugl Caserta ha organizzato la protesta. Non vediamo nessuna data menzionata nell’articolo e google ‘protesta ANA-ugl caserta A1’.

Noi Google “anti-ANA-ugl caserta A1” e apriamo link a giornali di qualità Repubblica Ann il fatto Quotidiano. Nell’articolo di La Repubblica, vediamo lo stesso ponte della foto di Google, comprese le crepe nel ponte.

Repubblica
© La Repubblica

Entrambi i siti affermano che la protesta è avvenuta il 6 aprile. Non il 20 aprile, come diceva il post di Bullet News.

Cosa fa esattamente ANA-ugl Caserta, l’organizzazione che avrebbe organizzato la protesta? Finiamo per Google l’azienda pagina Facebook Dal sistema. L’Associazione ANA rappresenta Nacionale Ambulanti e sta diventando un gruppo di interesse per venditori di mercato da 186.000 membri.

La protesta è stata provocata dai provvedimenti corona utilizzati in Campania all’epoca. Dal 6 novembre 2020 l’Italia è stata suddivisa in zone bianche, gialle, arancioni e rosse. Ogni colore ha azioni diverse per combattere l’infezione della corona. È possibile consultare qualsiasi colore in qualsiasi regione Sito web del governo italiano. È venuto dalla Campania 8 marzo Una zona rossa fino al 19 aprile. Quindi qualcuno ha fatto domanda Divieto Organizzazione dei mercati, esclusi i mercati alimentari. Secondo il leader dell’ANA Pepe Maglioga, la sua associazione ha organizzato l’assedio per fare pressione sul governo.

READ  Le pubblicazioni della serie Kelona Italian Club dimostrano l'impatto della cultura italiana su Okanagan - Klovna News

I risultati di ricerca di Google mostrano che ANA-ugl Caserta è abilitato 13 aprile Ha organizzato di nuovo una lotta contro le misure. Intanto la Campania è in zona gialla dal 26 aprile e tutti i mercati sono stati riammessi.

Esamineremo la seconda foto, dove si vede un cielo azzurro brillante. Ciò suggerisce che la foto è stata scattata altrove o in un giorno diverso. Qualcuno nella foto sta alzando una foglia in cui vediamo il logo circolare. Lo stesso logo appare due volte nella quarta foto. In mezzo a un gruppo vediamo due persone sedute a un tavolo. Ingrandiamo il logo e leggiamo “DNI Italia”.

Bullet News
© Bullet News
Bullet News
© Bullet News

Possiamo trovare entrambe le foto su Google Immagini e sul giornale Stampa Ann. Giornale fiorentino locale Il Corriere Fiorentino dedica un articolo Parla di opposizione e di “una nuova opposizione dal sistema TNI”. Il servizio autostradale occupato è di nuovo A1. La strada è stata chiusa a Inchisa, Fuochi, Toscana. L’assedio ha avuto luogo il 19 aprileL, e non come dice il Bullet News il giorno dopo.

Chi o cosa è DNI Italia? Cerchiamo il nome su Google e finiamo Sito web Dal sistema. Tudella Nacionale Italy (DNI) afferma di rappresentare 40.000 aziende di catering sparse in tutta Italia. Apprendiamo attraverso il suo sito che l’organizzazione ha organizzato venti manifestazioni in tutto il paese sin dal suo inizio nel marzo 2020. Bloccando A1, ha cercato di riaprire rapidamente e completamente il settore della ristorazione DNI.

La terza foto, che sembra contenere schermate video, si trova sul sito del quotidiano romano Riformatore L’ANA-ugl del 13 aprile mostra la seconda protesta di Caserta, quindi non il 20 aprile.

Bullet News
© Bullet News

Lo vediamo in una delle quinta e ultima foto Elementi Si tratta della suddetta rivelazione del DNI il 19 aprile.

Bullet News
© Bullet News

Conclusione

Cinque foto mostrano tre diverse proteste che hanno avuto luogo il 6, 13 e 19 aprile. Nemmeno una singola foto è stata scattata il 20 aprile. DNA, organizzazione che rappresenta l’industria dell’ospitalità italiana, e ANA-Ugl Caserta, che rappresenta i venditori del mercato, hanno chiuso più volte negli ultimi mesi l’autostrada A1 italiana. Ma nessuna di queste manifestazioni è nazionale. Pertanto, il post di Bullet News afferma che le cinque foto non sono immagini di una manifestazione nazionale presumibilmente scoppiata il 20 aprile. Quindi valutiamo il post di Facebook Menzogna.

READ  Italia a sorpresa dopo i gol di Sisa e Pescina ai supplementari: prossima sfida contro il Belgio? | Campionato europeo di calcio (11 giugno-11 luglio)

Hai visto una relazione incrociata, una valutazione della condanna o un’azione su questioni di attualità? Invia la tua domanda a factcheck@knack.be con la fonte corretta del preventivo

Cinque foto in un post di Bullet News martedì 20 aprile, mostrano auto e persone che si sparpagliano su tutte le corsie bloccando un’autostrada. Secondo la pagina Facebook, l’assedio sarebbe stato tolto in tutta Italia quel giorno (edizione 20 aprile). Non ci sono note per il contesto e foto per il combattimento. Bullet News si descrive come una “piattaforma multimediale per tutte le notizie (comprese le notizie da non vedere)” e ha circa 7.000 follower. Circa 18.700 persone visualizzano il pass postale. Alcuni commentatori di questo post non credevano che si trattasse di una protesta contro le azioni di Corona, poiché la maggior parte dei partecipanti indossava maschere. Le foto mostrano effettivamente una lotta nazionale in Italia martedì 20 aprile? Come iniziamo a vedere, le foto rivelano subito un tempo diverso. Nella prima foto vediamo un cielo grigio. Nella seconda, quarta e quinta foto sembra molto più soleggiato. Sospettiamo che le foto siano state scattate in luoghi diversi o in momenti diversi. La terza foto è una raccolta di tre foto. Sono come le schermate di un film. Facciamo una ricerca inversa di tutte e cinque le immagini tramite Google Immagini. La prima foto può essere trovata nell’articolo di Site Automoto. Questa foto è accompagnata da un articolo sulla lotta dei proprietari del ristorante che avrebbe avuto luogo il 19 aprile. Nei risultati di ricerca, una versione precedente della foto si trova sul sito del quotidiano romano Il Messaggero. Secondo l’articolo, l’autostrada tra Napoli e Milano, che fa parte dell’Autostrad del Sol, è stata chiusa sulla lunga A1 vicino alla città di Caserta, nella regione meridionale italiana della Campania. L’organizzazione ANA-ugl Caserta ha organizzato la protesta. Non vediamo nessuna data menzionata nell’articolo e google ‘protesta ANA-ugl caserta A1’. Cerchiamo su Google ‘anti-ANA-ugl caserta A1’ e apriamo link a quotidiani di qualità La Repubblica e Il Fatto Quotidiano. Nell’articolo di Repubblica, vediamo lo stesso ponte nella foto di Google, comprese le crepe nel ponte dove entrambi i siti riferiscono che la protesta è avvenuta il 6 aprile. Non il 20 aprile, come diceva il post di Bullet News. Qual è l’organizzazione ANA-ugl Caserta che si dice abbia organizzato la manifestazione? Google l’azienda e finiamo sulla pagina Facebook dell’azienda. L’Associazione ANA rappresenta Nacionale Ambulanti e sta diventando un gruppo di interesse per venditori di mercato da 186.000 membri. La protesta è stata provocata dai provvedimenti corona utilizzati in Campania all’epoca. Dal 6 novembre 2020 l’Italia è stata suddivisa in zone bianche, gialle, arancioni e rosse. Ogni colore ha azioni diverse per combattere l’infezione della corona. Il colore può essere consultato sul sito web del governo italiano in qualsiasi area. Dall’8 marzo al 19 aprile la Campania è stata una zona rossa. Di conseguenza, era vietato regolamentare i mercati, ad eccezione dei mercati alimentari. Secondo il leader dell’ANA Pepe Maglioga, la sua associazione ha organizzato l’assedio per fare pressione sul governo. I risultati di ricerca di Google mostrano che il 13 aprile ANA-ugl Caserta ha nuovamente organizzato una protesta contro queste azioni. Nel frattempo, la Campania è una zona gialla dal 26 aprile e tutti i mercati sono stati riammessi. Esamineremo la seconda foto, dove si vede un cielo azzurro brillante. Ciò suggerisce che la foto è stata scattata altrove o in un giorno diverso. Qualcuno nella foto sta alzando una foglia in cui vediamo il logo circolare. Lo stesso logo appare due volte nella quarta foto. In mezzo a un gruppo vediamo due persone sedute a un tavolo. Ingrandiamo il logo e leggiamo “DNI Italia”. ” Vediamo entrambe le immagini su Google Immagini sul quotidiano La Stampa. Alla protesta ha dedicato un articolo anche il corriere del giornale locale fiorentino Fiorentino, parlando della “nuova opposizione al sistema del Dna”. Il servizio autostradale occupato è di nuovo A1. La strada è stata chiusa a Inchisa, Fuochi, Toscana. L’assedio ha avuto luogo il 19 aprile, il giorno dopo, riporta Bullet News. Chi o cosa è DNI Italia? Cerchiamo il nome su Google e finiamo sul sito web dell’organizzazione. Tudella Nacionale Italy (DNI) afferma di rappresentare 40.000 aziende di catering sparse in tutta Italia. Apprendiamo attraverso il suo sito che l’organizzazione ha organizzato una ventina di manifestazioni in tutto il paese sin dal suo inizio nel marzo 2020. Bloccando A1, ha cercato di riaprire rapidamente e completamente il settore della ristorazione DNI. La terza foto, che sembra contenere schermate video, si trova sul sito del quotidiano romano Il Riformista e mostra la seconda protesta dell’ANA-ugl Caserta il 13 aprile, quindi non il 20 aprile. La quinta e ultima foto può essere trovata nell’articolo del 19 aprile sulla suddetta esposizione al DNA. Invia la tua domanda a factcheck@knack.be con la fonte corretta del preventivo

READ  Italia c 10cr danni alle famiglie di due pescatori uccisi dalla Marina Militare