QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Fermi in Messico i lavori del “Treno Maya” per ordine del tribunale | All’estero

Un tribunale messicano lunedì ha sospeso i lavori al paranoico molo “Tren Maya” tra Playa del Carmen e Tulum. La decisione è una vittoria per gli ambientalisti in questa zona altamente turistica.

Il “Treno Maya” (Tren Maya in spagnolo) è una rete ferroviaria interurbana in costruzione che attraverserà la penisola dello Yucatan. Tuttavia, un giudice ha disposto una “moratoria permanente” sui lavori su un tratto di 60 chilometri – su un totale di 1.500 km – sulla costa caraibica a sud di Cancun.

La chiamata è stata lanciata da un gruppo di subacquei e speleologi che lavorano nell’ambiente dello Yucatan, che comprende molte foreste, grotte ed “edifici”, che sono sorgenti sotterranee di acqua dolce di grande valore archeologico. Il giudice ha stabilito che le autorità messicane non hanno rispettato le procedure di valutazione dell’impatto ambientale per svolgere i lavori, secondo un comunicato stampa dell’Associazione per la difesa di un ambiente sano.

Il gruppo ha aggiunto che, sulla base del “principio preventivo”, la corte ha ritenuto che vi fosse un “rischio imminente” che l’esecuzione dei lavori arrecasse “danni irreparabili”.
Le autorità messicane possono ancora impugnare la decisione attraverso il Ministero dell’Ambiente e il Fondo nazionale per lo sviluppo del turismo (Fonatur).

Il tribunale aveva già annunciato la sospensione temporanea del procedimento il 19 aprile.

Un’antica barca Maya trovata nel Messico meridionale

La violenza della droga devasta la Riviera Maya del Messico: uomini armati hanno diffuso di nuovo il panico dopo il dramma turistico