QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Focolaio di influenza aviaria in un commerciante di uccelli a Minin

© Rob Engelar

L’influenza aviaria è stata diagnosticata giovedì da un commerciante di uccelli nel comune fiammingo occidentale di Menin. È correlato al tipo altamente patogeno del virus H5N8, che non viene trasmesso all’uomo. Lo afferma in un comunicato l’Agenzia federale per la sicurezza della catena alimentare (FAVV).

wvbFonte: belga

Per prevenire un’ulteriore diffusione del virus, sono state istituite una zona di protezione di 3 km e una zona di sorveglianza di 10 km attorno alla fonte dell’infezione.

Poiché riguarda i volatili allevati, non il pollame, questa contaminazione non ha alcun effetto sullo stato di indennizzo dell’influenza aviaria ad alta patogenicità nel pollame. Il 16 agosto, presso l’Organizzazione mondiale per la salute animale (OIE), il nostro paese ha riacquistato lo status di indenne a livello internazionale a livello internazionale, secondo la FASFC.

Nella zona di protezione (3 km), tutti i volatili dovrebbero essere confinati in stalle, edifici o capannoni. È vietato il movimento di tutto il pollame, altri volatili e uova da cova, ma è consentito il passaggio attraverso l’area. Sono vietati anche i gruppi di uccelli. Inoltre, ogni allevatore professionista di pollame deve fare un inventario entro 24 ore e ogni residente ha pollame o volatili entro 48 ore, per indicare il numero di animali tenuti per ciascuna specie.

Nell’area di osservazione (10 km) è vietata la circolazione di tutto il pollame, altri volatili e uova da cova, ma è consentito il passaggio attraverso l’area. Sono vietati anche i gruppi di uccelli. Inoltre, ogni allevatore professionista di quest’area deve redigere un inventario entro 72 ore, specificando il numero di animali tenuti per ciascuna specie.

Il virus che si sta attualmente diffondendo, e negli ultimi anni, non si trasmette all’uomo. Il consumatore non è esposto ad alcun rischio. La FDA ha concluso che la carne di pollame e le uova possono essere consumate in sicurezza.

READ  Medicina d'urgenza per persone con difese deboli contro il corona nonostante le vaccinazioni