QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Formazione di un nuovo governo in Catalogna dopo mesi di trattative | all’estero

Due partiti separatisti rivali in Catalogna hanno raggiunto un accordo per formare un governo di coalizione. Vogliono impedire alla regione spagnola di tornare alle urne tre mesi dopo le urne. Secondo i media locali, la sinistra Esquerra Republicana (ERC) e Junts per Catalunya (Together for Catalunya) hanno raggiunto un accordo su un governo guidato dal leader dell’ERC Pere Aragonès.




Il leader della Catalogna proviene da Ynetes in Catalogna dal 2015, ma l’ERC ha vinto un seggio in più in queste elezioni. “Con questo accordo, iniziamo il passo successivo. Possiamo ancora una volta guardare avanti alla Repubblica indipendente di Catalogna”, ha detto Aragones.

approccio

La coalizione afferma di voler ripristinare la fiducia del popolo catalano e vuole anche lavorare con altri partiti per lottare congiuntamente per una Repubblica di Catalogna indipendente. I due partiti che non hanno la maggioranza in Parlamento si affidano a loro sulla benedizione del CUP (People’s Unity Candidate) di sinistra radicale. Ha nove seggi nel parlamento regionale su 135 membri.

ERC e Junts per Catalunya hanno un approccio diverso al loro desiderio di indipendenza. Il CER è favorevole a un approccio che si basi principalmente sulla consultazione con il governo nazionale di Madrid e Junts per Catalunya è più aggressivo e più focalizzato sull’azione. Tra due anni si esaminerà nelle consultazioni fino a che punto è arrivata la Catalogna.

Cuscinetto

I sorprendenti vincitori delle elezioni di febbraio sono stati i socialdemocratici del Partito socialista del primo ministro Pedro Sanchez e il nazionalista spagnolo conservatore Fox.

Nuove elezioni per il momento saranno un male per i separatisti, secondo un sondaggio del quotidiano catalano La Vanguardia. Nel sondaggio pubblicato lunedì, la percentuale di intervistati che parlano di indipendenza è scesa al 42% e più della metà (52%) non vuole separarsi dalla Spagna, secondo il sondaggio.

READ  Il Pentagono ferma la costruzione del muro di confine di Trump | all'estero