QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Fossa comune con resti di 440 persone ritrovate dopo il ritiro della Russia

Dopo mesi di occupazione da parte delle forze russe, nella città ucraina di Izyum è stata trovata una fossa comune contenente i resti di circa 440 persone. Lo ha detto il capo della polizia Serhiy Polvinov.

waferfonte: Il Guardian, Sky News

I soldati russi hanno occupato la città di Izum, 125 km a sud est di Kharkov, dal 1 aprile. La maggior parte dei residenti è riuscita a fuggire dalla cittadina in tempo, ma circa 10.000 residenti no. Secondo diversi testimoni, almeno 50 persone sono rimaste uccise quando i russi hanno bombardato un condominio. “Dopo l’arrivo dei russi, sono stati eretti carri armati nel centro della città”, ha detto in una nota Vitaly Ivanovich, 64 anni. Guardiano. “I soldati non ti lasceranno partire a meno che tu non voglia andare in Russia”.

Lo scorso fine settimana, le unità ucraine hanno ripreso il controllo di Izyum durante l’ultima offensiva ucraina. Nel frattempo, sono state trovate tombe temporanee in vari luoghi della città e dintorni. “Circa 440 corpi sono stati sepolti in un posto, e questo è uno dei più grandi cimiteri di una città che abbiamo liberato”, ha detto il capo della polizia Serhiy Polvinov. Notizie del cielo. “È stata una scoperta scioccante. Sono convinto che i colpevoli saranno puniti”.

Maria abbraccia i suoi genitori, Marina e Alexander, a Iseum dopo essersi incontrati per la prima volta più di sei mesi dopo l’inizio della guerra. © AP

Molte vittime non sono state ancora identificate e non è sempre chiaro come siano morte. “Alcuni dei corpi avevano ferite da arma da fuoco e alcuni dei corpi potrebbero essere morti a causa del fuoco dell’artiglieria o degli attacchi aerei”, ha detto Polvinov.

Il capo della polizia ha dichiarato che i corpi sarebbero stati rimossi dalle tombe e portati al dipartimento di medicina legale. In questo modo, gli investigatori stanno cercando di determinare la causa della morte delle vittime e di documentare possibili crimini di guerra russi.

READ  L'UE risponderà "fermamente" all'"ostile" del Nicaragua | All'estero