QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Foxconn sta cercando di ridurre “l’esodo dei lavoratori” dalla fabbrica di iPhone in Cina con un bonus di 1.740 euro | All’estero

Il produttore di elettronica taiwanese Foxconn darà bonus di $ 1.800 (circa 1.740 euro) ai dipendenti esistenti nella sua controversa fabbrica di Zhengzhou. L’importante fornitore del gigante tecnologico americano Apple spera di frenare l’ondata di licenziamenti e mantenere in funzione la più grande fabbrica di iPhone al mondo.

In precedenza, Foxconn, noto anche come ‘Hon Hai Precision Industry’, aveva già fornito un risarcimento finanziario di circa 1.300 euro ai dipendenti che volevano andarsene dopo le rivolte della fabbrica di iPhone della scorsa settimana. I lavoratori della città di Zhengzhou hanno lasciato i loro dormitori la scorsa settimana dopo i crescenti disordini per l’infezione da coronavirus e le rigide politiche di blocco. Questo porta a scontri con le guardie. Con questa ricompensa, Foxconn ha voluto principalmente incoraggiare i nuovi arrivati ​​che hanno partecipato alle violente proteste ad andarsene.

Anche i dipendenti che manifestavano erano scontenti dei loro stipendi. Ad esempio, l’importo di 3.000 yuan (più di 400 euro) al mese verrà improvvisamente ridotto a 30 yuan (4 euro). Foxconn in seguito si è scusato per un “errore tecnico” nei suoi sistemi di buste paga.

uno sguardo. La scorsa settimana è scoppiata una grave rivolta nella fabbrica di iPhone. Il video mostra le guardie che colpiscono il personale con dei bastoni:

Rimasero 20.000 lavoratori

L’elevata ricompensa mostra l’urgenza della necessità di Foxconn di riportare a pieno regime le sue catene di montaggio dopo un mese di misure severe e proteste contro Corona. La struttura di Zhengzhou, dove normalmente vivono e lavorano più di 200.000 dipendenti, è il luogo in cui viene prodotta la stragrande maggioranza dei nuovi modelli di iPhone 14 Pro e Pro Max di Apple. Tuttavia, dopo le proteste, si dice che abbiano lasciato più di 20.000 nuovi dipendenti.

READ  KBC annuncia un calo temporaneo sotto lo zero con un interesse del 9% per "oltre i mesi autunnali"

Le interruzioni di fabbrica minacciano di danneggiare Apple con un calo della produzione fino a 6 milioni di dispositivi iPhone Pro quest’anno. Lo riporta Bloomberg News, sulla base di fonti vicine al dossier. Il rallentamento della produzione rischia di aumentare se i blocchi locali continueranno nelle prossime settimane. Il deficit dovrebbe essere colmato il prossimo anno.



Leggi anche:

Più di 20.000 dipendenti della più grande fabbrica di iPhone al mondo in Cina se ne vanno a causa del blocco

Foxconn si scusa per “errore tecnico” nei pagamenti degli stipendi dopo le proteste della fabbrica di iPhone

Guarda anche tu. Le immagini sui social media mostrano come i dipendenti se ne sono andati poche settimane fa, sono stati beccati e incasinati. I testimoni dicono “un vero esodo”.