QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Frank Vandenbroek (Forweet): “Corona non è ancora finita”.

Il segretario alla salute Frank Vandenbroek (Forwright) vuole lavorare rapidamente sul quadro giuridico per l’uso del Covid Safe Ticket (CST), se la discussione programmata nel comitato consultivo mostra che potrebbe essere utile in futuro. Lo ha affermato martedì il ministro alla Camera dei rappresentanti. Ha sottolineato che l’epidemia di Corona non è ancora finita e non è impossibile per noi finire di nuovo con il maltempo dopo l’estate.

evdgfonteBELGA

Il ministro Vandenbroek è stato interrogato sul futuro della commissione per la scienza e la tecnologia nella commissione parlamentare competente. Da quando siamo passati all’icona gialla sulla scala corona, il biglietto è disattivato e non viene più effettivamente utilizzato da nessuna parte. Ma non è del tutto scomparso e il ministro ha già indicato in passato che, a suo avviso, non sarebbe saggio buttarlo semplicemente nella spazzatura.

3G o 1G

Martedì il ministro non ha voluto pregiudicare il dibattito che dovrà svolgersi tra i governi del nostro Paese. Se si decide che può comunque essere utile – ad esempio nell’attuale modello 3G (vaccinato, processato o testato) o secondo il modello 1G (totalmente vaccinato) – allora, secondo il Ministro, si deve lavorare rapidamente sul quadro giuridico che ci prepara ad attivarlo.

Leggi anche. Siamo all’inizio di una nuova ondata di Corona? Spiegano politici ed esperti

Vandenbroucke è anche un po’ preoccupato dal fatto che da quando è passato al codice giallo, le persone pensano che la pandemia sia finita. La scienziata infettiva Erica Flegg avverte che Corona non è ancora finita. Si è anche lamentata del fatto che le buone abitudini che abbiamo imparato negli ultimi due anni fossero state abbandonate.

READ  Pechino è arrabbiata per la visita della delegazione Ue a Taiwan

simbiosi

Da questo punto di vista, il ministro ha chiamato a prendere coscienza delle pressioni che possono verificarsi sugli ospedali e ad esprimere loro solidarietà. Il nuovo aumento del numero dei contagi non è esplosivo e quindi non c’è da farsi prendere dal panico, secondo il vicepremier. Ma c’è una notevole diffusione del virus, con un aumento del numero di ricoveri. Inoltre, il numero di persone ricoverate con Covid crea più stress, mentre l’influenza è in giro e gli ospedali stanno ancora recuperando terreno.

Li invita a guardare positivamente alcuni strumenti, come indossare maschere per la bocca. “Il Covid non è davvero finito”, ha sottolineato Vandenbroek. “Il fatto che siamo in una situazione molto gestibile da diversi mesi ormai non significa che non possiamo finire in condizioni meteorologiche avverse dopo l’estate”. Questa è una lezione storica che dobbiamo ricordare del passato, secondo il ministro.