QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Gazprom: “Sostituendo buona parte del Nord Stream, la ripresa potrebbe richiedere più di un anno” | All’estero

Alexey Miller, amministratore delegato della compagnia statale russa del gas Gazprom, dovrà sostituire una parte significativa dei gasdotti Nord Stream, danneggiati dalle esplosioni. Lo ha detto alla TV russa. All’inizio di questa settimana, Gazprom ha stimato che le riparazioni potrebbero richiedere più di un anno.

I gasdotti Nord Stream 1 e Nord Stream 2 sono stati costruiti sul fondo del Mar Baltico per trasportare il gas dalla Russia alla Germania. I tubi sono stati gravemente danneggiati nelle esplosioni del mese scorso. A seguito delle perdite è stata rilasciata anche una grande quantità di gas. Entrambi i gasdotti erano chiusi al momento delle rotture.

Le indagini sull’incidente sono ancora in corso. La Russia ha parlato di “atto terroristico internazionale” e ne ha accusato l’Occidente. D’altra parte, secondo l’Unione Europea, si trattava di “sabotaggio”, che, a sua volta, sembra essere in direzione di Mosca.

Recensione: i gasdotti Nord Stream 1 e 2 sono stati sabotati?

“Emergenza invisibile”

Il capo della Gazprom Alexei Miller ha parlato con gli esperti, i quali hanno affermato che molto probabilmente sarà necessario tagliare una parte significativa del gasdotto e sostituirlo con uno nuovo. La difficoltà sta nel fatto che il tubo era pieno di acqua di mare, ha spiegato Miller, giovedì sera, al canale russo “Channel One”, secondo l’agenzia di stampa ufficiale “TASS”.

Non abbiamo ancora ricevuto il permesso per visitare il luogo dell’incidente. Ma quando vedi quanto velocemente si perde la pressione dai tubi, sai che si è verificata una rottura completa del tubo. Ciò significa che parti molto grandi degli oleodotti, compresi quelli che scorrono verso la Russia, sono ora pieni di acqua di mare”. Il capo di Gazprom ha parlato anche di “emergenza senza precedenti” e di “attacchi terroristici senza precedenti”.

READ  Più di 260 soldati sono stati evacuati dallo stabilimento delle scuderie Azov a Mariupol

Leggi anche:

La polizia e la marina tedesca avviano un’indagine sulle perdite dell’oleodotto Nord Stream

Potrebbe essere fuoriuscito meno gas dal Nord Stream di quanto inizialmente pensato: “Ma una città come Parigi emette ancora tra un anno”.

Vedi anche: la Germania indaga sulle perdite nei gasdotti Nord Stream