QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

George Likens: “Eden Hazard sarà deluso dalla durezza del suo trattamento” | diavoli Rossi

George Leekens traduce i sentimenti di molti tifosi belgi: “Un po’ tristi, un po’ delusi. Pericolo dell’Eden Ci ha fatto molto piacere”.

Leekens ha lavorato con il “talento naturale” Hazard nella sua giovinezza con i Red Devils. “E se avessi saputo subito che era un top player? Sì, non è stato così difficile. Se non l’avessi visto…”

“Ero esigente con lui e ho usato quell’incidente con l’hamburger contro la Turchia per renderlo più efficiente. È stato un peccato d’infanzia”.

Leekens e Hazard, poi ovviamente l’hamburger verrà servito immediatamente. L’incidente ha detto qualcosa sulla pigrizia che a volte ha attanagliato Hazard. o no?

“Eden è proprio così. Abbiamo rimediato anche a quell’incidente e dopo una giornata di squalifica è tornato in gruppo”.

“Era molto bravo nel gruppo e ti ha dato anche tanta gioia fuori dal campo”.

“Quando l’ho incontrato più tardi come allenatore della nazionale tunisina, ci siamo incontrati sul campo. Ha detto: ‘Prendiamo un hamburger?’ E io spingo. ‘Questo è Aden'”.

Al Chelsea Eden Hazard era il re, al Real Madrid è finito in una stanza dietro le quinte dopo tanti infortuni.

Likens: “Il Chelsea era completamente concentrato su di lui, Zinedine Zidane gli voleva bene al Real Madrid. Anche lui ha iniziato bene, ma poi si è infortunato”.

“Aiden non è mai stato effettivamente ferito, anche se lo stress mentale e fisico in così giovane età era già troppo grande.”

A gennaio o giugno diventerà chiaro dove si trova il futuro di Hazard a livello di club, dato che i Devils si fermano qui e ora. È il catalizzatore per altri anziani?

READ  Sporza protagonista del Giro delle Fiandre: la nostra giuria sceglie questi Jolly | Un giro delle Fiandre

Likens risponde: “Penso di sì”. “Le cose si sono mosse molto rapidamente con Eden, probabilmente a causa della delusione per le sue ferite”.

“E ci sono state anche molte critiche. Non è per lui. È stato affrontato duramente e ne sarà deluso. Mentre dovremmo essere orgogliosi di questo giocatore di livello mondiale”.