QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Giornalista britannico disperso nella foresta pluviale brasiliana: ritrovati possibili resti umani | Notizia

ModernizzazioneUna squadra di ricerca brasiliana ha apparentemente trovato resti umani nel fiume dove domenica il giornalista britannico Dom Phillips e l’attivista brasiliano per i diritti umani Bruno Araujo Pereira, 41 anni, sono scomparsi domenica. Lo riporta l’agenzia di stampa Reuters. Un presunto pescatore è stato arrestato martedì. Il sangue è stato trovato nella sua barca. L’uomo rimarrà in prigione finché non sarà chiaro se ha qualcosa a che fare con il caso.

Il giornalista Phillips, abituale del quotidiano britannico Guardian, e Pereira, specialista in affari indigeni, sono scomparsi durante una spedizione di scrittori nella remota Javari Valley. Questa zona della giungla al confine tra Perù e Colombia ospita il maggior numero di popolazioni indigene non collegate. L’area attrae anche bande di narcotrafficanti che contrabbandano cocaina, nonché taglialegna illegali, minatori e bracconieri.

Martedì, il cacciatore locale Amarildo da Costa – conosciuto localmente come “Pelado” (“calvo” in portoghese, editore) – è stato arrestato e accusato di possesso di munizioni vietate. Secondo la polizia, Costa è stato uno degli ultimi a vedere di persona Phillips e Pereira domenica. I due sono scomparsi dopo aver visitato il villaggio di pescatori di São Gabriel.

Villaggio di São Gabriele. © AP

Gli agenti di polizia che lavorano al caso hanno detto a Reuters che le loro indagini si concentrano su bracconieri e bracconieri della zona che spesso si sono scontrati con Pereira. Quest’ultimo era spesso pattugliato dalla popolazione indigena della riserva locale.

Secondo l’avvocato e la famiglia di Costa, l’uomo caccia solo legalmente e non ha nulla a che fare con la scomparsa dei due.

La scomparsa della coppia ha causato scalpore in tutto il mondo e attivisti per i diritti umani da tutte le parti stanno esortando il presidente Jair Bolsonaro a intensificare la ricerca della coppia. Dopo aver criticato il governo per essere stato troppo lento nei primi giorni cruciali del caso, Bolsonaro ha riferito venerdì al Summit delle Americhe che le forze brasiliane stavano “lavorando instancabilmente” per trovare i due uomini.

Soldati brasiliani a bordo di un veicolo mentre cercano la coppia scomparsa.

Soldati brasiliani a bordo di un veicolo mentre cercano la coppia scomparsa. © Reuters

Entro venerdì, circa 150 soldati erano stati schierati da battelli fluviali per localizzare gli uomini scomparsi e interrogare i residenti locali. Intanto molti sono stati interrogati come testimoni, ma finora solo Costa è stato arrestato.

La polizia ha detto giovedì che gli investigatori stanno ora controllando la barca di Costa per tracce di materiale genetico e impronte digitali. Le autorità hanno affermato che una macchia di sangue è stata trovata su un cappuccio di plastica trovato sulla barca, ma potrebbero essere necessarie settimane per determinare se si tratta effettivamente di sangue umano.



Leggi anche:

Giornalista inglese scompare in un angolo dell’Amazzonia brasiliana: ‘Ogni secondo può fare la differenza tra la vita e la morte’

READ  Berlino non dovrebbe congelare gli affitti