QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Gli aeroporti olandesi pagheranno i passeggeri bloccati nel caos | Per viaggiare

L’aeroporto olandese di Schiphol rimborserà i costi sostenuti dalle persone per aver perso il volo a causa del caos in aeroporto. L’aeroporto ha concordato con l’Associazione dei consumatori e il programma televisivo “Max Vacantemann”. L’aeroporto di Eindhoven risarcirà anche i passeggeri che hanno perso il volo.

Lo schema si applica a coloro che non hanno potuto effettuare il volo dal 23 aprile all’11 agosto a causa delle lunghe code a Schiphol. Inoltre, l’aeroporto rimborsa i costi che non sono rimborsati in altro modo, ad esempio dalla compagnia aerea o dall’assicurazione di viaggio. I viaggiatori interessati hanno tempo fino al 30 settembre per presentare una richiesta di risarcimento.

Questi costi includono, ad esempio, i costi aggiuntivi per la riprenotazione di un volo o i costi per un nuovo biglietto aereo, ma anche, ad esempio, i costi di viaggio se le persone decidono di raggiungere la loro destinazione in auto o in treno. Inoltre, ad esempio, le spese di alloggio che non sono state utilizzate possono essere rimborsate, ma non possono nemmeno essere cancellate in aeroporto.

danno consequenziale

I passeggeri il cui volo è già stato cancellato sono risarciti dalla compagnia aerea secondo le regole europee. Schiphol non ha voluto risarcire eventuali danni causati da questi viaggiatori perché il motivo della cancellazione spesso non è chiaro, secondo l’Associazione dei consumatori.

Il programma è valido fino a giovedì. Se i problemi persistono, l’Associazione dei consumatori si consulterà nuovamente con Schiphol. Un portavoce di Schiphol non ha potuto dire immediatamente quanto fosse stato stimato il risarcimento per il costo dell’aeroporto.

Aeroporto di Eindhoven

L’aeroporto di Eindhoven risarcirà anche i passeggeri che hanno perso il volo a causa delle lunghe code per i controlli di sicurezza.

READ  Due persone sono morte in una sparatoria in Germania, presumibilmente...

I passeggeri possono, tra l’altro, richiedere il rimborso dei costi sostenuti al momento della riprenotazione di un volo. Ciò può includere anche la spesa per pasti o bevande, ad esempio, durante l’attesa di un volo successivo.

L’aeroporto di Eindhoven vuole anche rimborsare ai viaggiatori bloccati i costi sostenuti se hanno viaggiato verso la loro destinazione con altri mezzi di trasporto. Il programma copre anche le spese aggiuntive per il viaggio di ritorno all’aeroporto del Brabante o in un altro aeroporto.

Proprio come a Schiphol, l’aeroporto di Eindhoven ha sofferto regolarmente di carenza di personale negli ultimi mesi. Di conseguenza, nei giorni di punta, a volte si formano code all’aria aperta.

Attualmente, i viaggiatori possono chiedere il rimborso delle spese sostenute tra il 23 maggio e giovedì 11 agosto. Hanno diritto se si trovano in aeroporto almeno 2,5 ore prima della partenza e perdono ancora il volo. I passeggeri interessati hanno tempo fino al 30 settembre per presentare domanda. I viaggiatori che hanno già richiesto un risarcimento non devono farlo di nuovo.

Leggi anche:

Nessuna assicurazione di assistenza e cancellazione: a quale risarcimento hai diritto se il tuo volo viene cancellato? (+)