QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Gli analisti considerano deludente la crescita prevista di Netflix | Internet

Il servizio di streaming video Netflix ha guadagnato più nuovi abbonati nel secondo trimestre di quanto si aspettasse la stessa società statunitense. Ma la previsione di crescita per il terzo trimestre è molto inferiore a quanto previsto dagli analisti.




In totale, Netflix, nota per serie popolari come The Crown, Bridgerton e The Queen’s Gambit, ha guadagnato circa 1,5 milioni di clienti paganti nell’ultimo periodo. L’azienda stessa ha contato su circa un milione di nuovi clienti. Netflix ora ha poco più di 209 milioni di clienti in tutto il mondo.

La società prevede che gli abbonati crescano di 3,5 milioni nel terzo trimestre. Gli esperti di Wall Street contavano appena oltre 5,5 milioni.

Concorso

La crescita dei nuovi clienti Netflix è stata molto più lenta rispetto allo scorso anno, quando le persone erano bloccate a casa a causa della pandemia di Corona e cercavano intrattenimento. Nel secondo trimestre del 2020 sono stati aggiunti oltre 10 milioni di nuovi abbonati. Netflix sta inoltre avvertendo l’aumento di servizi di streaming concorrenti come Disney+, Amazon Prime Video e AppleTV+. Inoltre, i cinema hanno riaperto, il che crea anche un vento contrario per Netflix.

I numeri e le aspettative di Netflix hanno deluso gli investitori poiché il titolo è diminuito drasticamente nel trading after-hour a New York e Netflix ha visto il suo volume di vendite aumentare del 19% nell’ultimo trimestre a oltre $ 7,3 miliardi (6,20 miliardi di euro) rispetto all’anno precedente. L’utile netto è stato di quasi 1,4 miliardi di dollari (1,1 miliardi di euro), rispetto ai 720 milioni di dollari (611 milioni di euro) dello scorso anno.

READ  Un nuovo studio: mescolare i vaccini corona aumenta i rischi di ...

La società ha anche confermato la sua intenzione di offrire videogiochi attraverso il suo servizio di live streaming. È stato recentemente riferito che la società ha nominato un ex CEO di Facebook alla guida della sua divisione di videogiochi.