QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Gli anziani fragili hanno maggiori probabilità di morire in ospedale

A causa dell’invecchiamento della popolazione, gli anziani fragili con malattie complesse diventeranno i pazienti ospedalieri più comuni.

“Si potrebbe dire che grazie in parte al sistema di gestione della sicurezza, il ‘frutto penzolante’ è stato raccolto, il che ha portato a una significativa riduzione delle morti prevenibili”, afferma Wagner. “Ma con questa evoluzione demografica, dobbiamo adottare ulteriori misure per migliorare la sicurezza dei pazienti nel miglior modo possibile”.

Una delle raccomandazioni formulate da NIVEL è quella di potenziare la “funzione di segnalazione” degli infermieri. Dopotutto, sono gli occhi e le orecchie dei medici. Con un addestramento aggiuntivo, dovrebbero essere in grado di riconoscere i sintomi di infezione, sepsi, complicanze emorragiche e polmonite prima del soffocamento.

Addestramento supplementare

Esther Corningi è una geriatra clinica presso il Gerwin Bosch Hospital di Den Bosch, specializzata nel trattamento degli anziani e presidente dell’associazione professionale NVKG. Concorda sul fatto che è essenziale una formazione aggiuntiva per comprendere le malattie degli anziani.

“Le persone anziane hanno spesso sintomi diversi da quelli a cui siamo abituati. Spesso hanno una temperatura corporea più bassa e non avranno sempre la febbre con un’infezione, come la polmonite, come siamo abituati, ma una temperatura più bassa o confusione. Se non lo sai Molto tempo fa potresti perdere i segni dell’infezione.

Secondo Corningi, i medici dovrebbero avere una formazione aggiuntiva, non solo gli infermieri. “Recentemente, una componente geriatrica è stata inclusa come standard nella formazione medica di base. Ma questo non è ancora il caso nella formazione di follow-up, ad esempio un chirurgo o un pneumologo. Ora l’hanno inclusa nel loro piano di formazione. Fare anziani ”.

READ  Valutazione regolamentata dei farmaci contro l'abuso di farmaci

incontro di gruppo, riunione di squadra

Un’altra importante raccomandazione NIVEL è che gli ospedali concedono più tempo e spazio per le consultazioni del team agli operatori sanitari. Poiché gli anziani hanno più condizioni, saranno coinvolti più professionisti medici. Poiché il trattamento del caso A può effettivamente peggiorare il caso B e viceversa, uno stretto coordinamento tra specialisti può prevenire complicazioni inutili.

Inoltre, Cornegy osserva che il miglioramento della sicurezza dei pazienti dipende in larga misura anche dai livelli di personale. Da anni c’è una grave carenza di infermieri. “Sarebbe fantastico se gli infermieri potessero inviare segnali migliori in futuro. Tuttavia, se devono monitorare troppi pazienti contemporaneamente, c’è ancora la possibilità che i segnali vengano persi”.