QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Gli attacchi aerei russi su larga scala hanno interrotto bruscamente la vittoria dell’Ucraina

L’Ucraina dice che è stato il più grande attacco aereo russo dall’inizio della guerra. Le sirene suonavano quasi ovunque nel paese per avvertire i cittadini di droni e missili in arrivo. Le esplosioni si sono verificate in molti luoghi, comprese le principali città di Kiev, Lviv e Kharkiv. Gli ucraini hanno affermato che la Russia ha lanciato circa 100 missili, principalmente contro infrastrutture critiche. Queste informazioni non possono essere verificate in modo indipendente.

Secondo il sindaco di Kiev, sono stati colpiti due complessi di appartamenti nel centro della città.

I bombardamenti hanno nuovamente devastato la rete elettrica, soprattutto nel nord e nel centro del Paese. L’elettricità è stata completamente o parzialmente persa a Kyiv, Lviv, Zhitomir e in altre città. Non tutti i danni degli attacchi precedenti sono stati riparati, il che significa che la situazione energetica è “critica”, secondo l’operatore di rete nazionale. Il governo ha invitato le persone a ridurre il loro consumo di elettricità ea “continuare a lavorare”. Sono state inoltre annunciate interruzioni di corrente in diverse aree.

.immagine .

Freddo come un’arma

Si dice che l’attacco aereo sia stato più grave di quello del 10 ottobre, quando il Cremlino ha cercato vendetta per un’esplosione sul ponte di Crimea, di cui ha attribuito la colpa all’Ucraina. La Russia ha risposto a questo delicato attacco con una campagna aerea su larga scala. In otto giorni sono stati colpiti più di 400 obiettivi civili, tra cui più di 180 case e 45 centrali elettriche.

Seguì un periodo relativamente tranquillo, durante il quale l’Ucraina sembrava vincere. Non solo l’esercito ucraino ha ottenuto successi sul campo di battaglia, il più importante dei quali è stata la riconquista di Kherson, ma anche le persone nel resto del paese si sono sentite al sicuro. Di recente, si è ipotizzato che la Russia potrebbe non avere più munizioni sufficienti per attacchi aerei così grandi.

Al vertice del G-20 di martedì mattina, Zelensky ha presentato un piano per porre fine alla guerra. “Sono convinto che sia giunto il momento di fermare la guerra distruttiva della Russia e che possa finire”, ha detto Zelensky. L’orgasmo finì lo stesso giorno. La Russia sembra cercare di compensare le sue perdite sul terreno con attacchi aerei, con la rete elettrica come obiettivo principale. Con l’inverno alle porte, il Cremlino usa il freddo come arma contro il popolo ucraino.

Nel frattempo, Kiev sta facendo del suo meglio per ripristinare e proteggere meglio la fonte di energia. I sistemi di difesa aerea occidentali dovrebbero rendere l’Ucraina meno vulnerabile ai nuovi bombardamenti russi. Il presidente Zelensky ha affermato in un videomessaggio che le piogge di missili russi non spezzeranno il morale del popolo ucraino. “È chiaro cosa vuole il nemico, ma non lo otterrà”, ha detto. “Stiamo lavorando, sistemeremo tutto, sopravviveremo”.

READ  Ecco cosa è successo ieri sera in Ucraina: esplosioni a Kiev e i russi cercano di fare breccia