QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Gli oncologi negli Stati Uniti stanno ottenendo risultati nel loro approccio al cancro del pancreas

Era una donna di 71 anni, scrive il giornale della trota sull’indagine. Modificando le cosiddette cellule T, le dimensioni del tumore e delle sue metastasi sono state ridotte a un quarto della dimensione originale. I risultati degli oncologi sulla rivista scientifica Il New England Journal of Medicine

Sentenza di morte

Finora, il cancro al pancreas non può essere controllato in alcun modo. La malattia è quasi una condanna a morte, anche l’immunoterapia non può far nulla contro di essa. Ma ora “c’è un barlume di speranza per questi pazienti”, afferma l’immunologo dei tumori Case Mellev, professore emerito alla Leiden UMC e direttore scientifico di ISA Pharmaceuticals. Ha scritto un commento allo studio sulla rivista.

È un grande successo, ma finora modesto. “Non ci siamo ancora”, dice Meliff. Ad esempio, in un secondo paziente, la modifica dei linfociti T non ha avuto successo.

interesse scientifico

I linfociti T di una donna sono stati modificati in modo tale da poter riconoscere determinati “segnali”, un tipo di proteina, nella cellula cancerosa. Queste proteine ​​segnalano che nella cellula si è verificato qualcosa di insidioso. Funzionava per una donna, ma solo poche persone avevano il giusto tipo di semaforo.

Questo è anche, secondo Melief, un motivo per non rallegrarsi presto. Se esistesse un trattamento separato per ogni tipo di semaforo, sarebbe costoso e, a suo avviso, poco interessante per le aziende farmaceutiche. “Attualmente, questa scoperta è essenzialmente di grande interesse scientifico”, afferma.

READ  Test di 'mini-orgaan' geeft mensen met taaislijmziekte prognose