QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Gli scienziati dell’UCLA scoprono la medicina contro la recidiva e le metastasi del cancro al seno

Gli scienziati dell’Université Catholique de Louvain (UCLouvain), Université de Louvain-la-Neuve, sono riusciti a prevenire la recidiva e la metastasi del cancro al seno umano nei topi grazie a un nuovo farmaco.

La molecola MitoQ, che è alla base del farmaco, è già stata testata sull’uomo durante la prima fase clinica dello studio e ha dimostrato di essere a bassa tossicità (nausea e vomito). La molecola sarà presto testata per le fasi due e tre. La ricerca mostra che le ricadute e le metastasi, le principali cause di morte per cancro, possono essere prevenute in modo più efficace.

“Ci aspettavamo di essere in grado di prevenire le metastasi”, afferma il ricercatore Pierre Sonneau. Ma prevenire la recidiva del cancro è stata una sorpresa completa.

MitoQ, un farmaco sviluppato per malattie diverse dal cancro, in combinazione con la chemioterapia classica è stato in grado di prevenire lo sviluppo di metastasi nell’80% dei casi nei topi portatori di cancro al seno umano. E nel 75% dei casi, la recidiva locale del cancro al seno è stata prevenuta. Al contrario, il cancro si è ripresentato e si è diffuso nella maggior parte dei topi non trattati.

In Belgio, 1.000 pazienti all’anno sviluppano un cancro al seno triplo negativo, che rappresenta dal 10 al 15% di tutti i tumori al seno. Circa la metà dei pazienti svilupperà recidive e metastasi locali, indipendentemente dal trattamento. Per loro, il nuovo farmaco potrebbe aiutare a prevenire questi due eventi a lungo termine.

La molecola MitoQ, che è alla base del farmaco, è già stata testata sull’uomo durante la prima fase clinica dello studio e ha dimostrato di essere a bassa tossicità (nausea e vomito). La molecola sarà presto testata per le fasi due e tre. La ricerca mostra che le ricadute e le metastasi, le principali cause di morte per cancro, possono essere prevenute in modo più efficace. “Ci aspettavamo di essere in grado di prevenire le metastasi”, ha affermato il ricercatore Pierre Sonneau. “Ma prevenire la recidiva del cancro è stata una sorpresa completa”. Usando MitoQ, un farmaco sviluppato per malattie diverse dal cancro, in combinazione con la chemioterapia classica, lo sviluppo di metastasi potrebbe essere prevenuto nell’80% dei casi nei topi con precancerosi, che erano portatori di cancro al seno umano. E nel 75% dei casi, la recidiva locale del cancro al seno è stata prevenuta. Al contrario, nella maggior parte dei topi non trattati, il cancro è tornato e si è diffuso.In Belgio, 1.000 pazienti all’anno sono affetti da cancro al seno triplo negativo, che rappresenta dal 10 al 15% di tutti i tumori al seno. Circa la metà dei pazienti svilupperà recidive e metastasi locali, indipendentemente dal trattamento. Per loro, il nuovo farmaco potrebbe aiutare a prevenire questi due eventi a lungo termine.

READ  Quasi tutti sono stati vaccinati, ma l'epidemia di Br ... (Deurne)