QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Gli sponsor dei Red Devils boicottano fortemente la Coppa del Mondo FIFA in Qatar

Quattordici di loro sono gli sponsor principali dei Red Devils: Adidas, Besix, BMW, Carrefour, Coca Cola, Connections, Côte d’Or, GLS, Herbalife, ING, Jupiler, Lotto, Proximus e PwC. Un sondaggio ha mostrato una risposta chiara in tredici casi: “Non invitiamo i clienti ai Mondiali in Qatar”. Il motivo nella maggior parte dei casi è la situazione dei diritti umani in Qatar, dove l’omosessualità è punibile dalla legge e le donne non sono uguali agli uomini.

inclusione

“Riceviamo domande da persone che vogliono andare alla Coppa del Mondo con noi”, Jeroen Lissens esprime la posizione di BMW. L’abbiamo fatto in passato, ma non questa volta. Sosteniamo l’opinione della FA secondo cui lo sport può essere una leva per il cambiamento e l’inclusione, ma abbiamo deciso di non invitare clienti e non viaggeremo noi stessi. Tessa Wallert è la nostra ambasciatrice e ha GRL PWR (Girl Power, editore) in piedi sulla sua macchina. Quindi è una questione di conseguenze”.

Oltre a BMW, Proximus, PwC, ING, GLS, Carrefour, Lotto e Côte d’Or affermano esplicitamente che nessuno dei dirigenti e del personale si recherà in Qatar. Lo stesso vale per Connections ed Herbalife, ma si concentrano comunque sui Red Flames e non hanno intenzione di viaggiare con i Red Devils, ad eccezione del Qatar o di qualsiasi altro paese.

La Federcalcio è neutrale

Adidas inoltre non invita i clienti – non lo ha fatto in passato – ma avrà sede in Qatar per motivi logistici. “Come sponsor principale dei Red Devils e come fornitore di palla per la Coppa del Mondo, saremo visibili durante il torneo”, afferma Frank Busters, Senior Director of Public Relations di Adidas. Lo sviluppatore di progetti Besix ha alcuni progetti in Qatar, ma non invita nemmeno i clienti. Non lo ha fatto nemmeno ai Mondiali e ai precedenti Europei.

READ  LIVE Giro: due profughi italiani, squadre di Van der Poel e Girmay check out | Giro d'Italia 2022

La Federcalcio sta reagendo in modo neutrale. “Ogni compagnia ha completa libertà. Non possiamo e non vogliamo imporre nulla”, ha affermato il CEO Peter Bossart, che presumeva che alcune compagnie avrebbero volato con il volo sponsorizzato per la prima partita contro il Canada il 23 novembre. Non è chiaro cosa accadrà .viaggio pubblicitario.

© BELGA