QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Gli Stati Uniti e le forze della coalizione lasciano la base aerea afgana di Bagram | all’estero

Negli ultimi due decenni, gli Stati Uniti e altri paesi della NATO hanno dispiegato decine di migliaia di truppe nell’enorme base, che è diventata essa stessa un villaggio, compresi negozi e palestre. C’è anche una prigione dove sono detenuti membri dei talebani e altri gruppi estremisti. George W. Bush, Barack Obama e Donald Trump hanno tutti visitato il campo durante la loro presidenza.

L’esercito americano sta lasciando l’Afghanistan quest’anno e ha già spostato diverse basi, inclusa quella grande vicino a Kandahar. Non passerà molto tempo prima che gli americani lascino del tutto il paese.

Gli attacchi agli Stati Uniti dell’11 settembre 2001 sono stati la ragione per andarci. Durante la sua presenza quasi ventennale nel paese, gli Stati Uniti hanno perso più di 2.300 soldati.

La violenza è aumentata nel Paese da quando è stato annunciato il ritiro. I talebani effettuano frequenti attacchi e si stima che abbiano catturato 90 dei circa 400 distretti del paese. Gli insorti si stanno ora dirigendo verso la capitale, Kabul.

Secondo il portavoce talebano Zabihullah Mujaddid, i talebani “si rallegrano e sostengono” la partenza delle forze straniere da Bagram. “La loro partenza permette agli afghani di decidere il proprio futuro”.

READ  Ora anche inondazioni in Austria, oltre che nella Germania meridionale e orientale colpite da piogge torrenziali