QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Gli ufficiali sono stati uccisi vicino a Brisbane

Due poliziotti e un civile sono stati uccisi in un edificio sperduto nella provincia australiana del Queensland. Gli agenti hanno risposto alla denuncia di una persona scomparsa a Wembela, nell’est del Paese. Si ritiene che gli agenti abbiano subito un’imboscata. Una conferenza stampa di martedì mattina, ora australiana, ha riferito di sei morti a seguito dell’intervento dei servizi speciali. Sono inclusi due sospetti.

I media australiani hanno riferito che un gruppo di quattro agenti di polizia si è diretto verso una proprietà a Wimbela dopo che è stato segnalato un incidente. Gli agenti sono stati licenziati sul posto dalla casa al loro arrivo.

Due agenti sono rimasti feriti. Secondo testimoni oculari, sono stati giustiziati a freddo da uomini armati che giacevano a terra, che secondo quanto riferito indossavano uniformi militari e maschere. I rapporti indicano due autori. Nelle loro parole, avrebbero portato via le armi agli ufficiali australianocosì come le apparecchiature di comunicazione della polizia, rendendole consapevoli dei movimenti della polizia.

L’agente fugge, lanciando l’allarme

Uno dei quattro agenti chiamati sul posto, una poliziotta che aveva completato il suo addestramento solo poche settimane prima, è riuscito a scappare e a dare l’allarme. Avrebbe potuto essere inseguita durante la fuga, ma quattro squadre di polizia arrivate subito per soccorrerla sono riuscite a soccorrerla.

Anche il quarto ufficiale è stato ferito da un proiettile mentre era ricoverato in ospedale. L’incidente ha provocato una terza morte: un pedone accidentale.

I fuggitivi vengono rintracciati con abbondanza di uomini e materiali. Indossavano tute mimetiche e si diceva che indossassero giubbotti antiproiettile. Hanno anche sparato su un elicottero della polizia poco dopo la sparatoria. Si raccomanda ai residenti di restare a casa.

READ  Il governo britannico fischia contro la legge scozzese sui transgender

Campioni persi

“Questa è la più grande perdita di vite umane che abbiamo visto da anni”, ha dichiarato il commissario di polizia Katharina Karol. Ha confermato l’uccisione dei tre, ma non ha fornito altri dettagli, in quanto gli aggressori non sono ancora stati arrestati.

Martedì mattina, durante una conferenza stampa in Australia, sei persone sono state uccise. Durante un intervento aereo, le “Operazioni Speciali” hanno abbattuto tre sospetti. Inoltre, i fratelli Nathaniel e Gareth Train, i primi sospettati, e una terza persona, una donna.

Il primo ministro australiano Anthony Albanese ha espresso il suo orrore per la morte degli ufficiali. “Giornata terribile per le famiglie e gli amici degli ufficiali che hanno perso la vita nell’esercizio del loro dovere”, ha scritto su Twitter.

Il ministro Mark Ryan, ministro della polizia del governo, ha affermato che le forze del Queensland hanno perso “due eroi”. Questa è una tragedia su molti livelli”.