QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Google introduce SDk per abilitare esperienze di app multi-dispositivo – tablet e telefoni – Notizie

Google offre un SDK che consentirà esperienze di app multi-dispositivo. Grazie all’SDK, i servizi applicativi dovrebbero essere in grado di funzionare su tutti i dispositivi in ​​futuro. Prima arriva l’SDK per telefoni e tablet Android, poi arriva l’SDK per dispositivi non Android.

Google SDK per Ricche esperienze multi-dispositivo contiene Tre API che consentono esperienze di app tra dispositivi. Queste API sono responsabili del rilevamento dei dispositivi nelle vicinanze tramite Bluetooth, Wi-Fi e gamma ad altissima velocità, della configurazione di connessioni crittografate a bassa latenza, dell’autorizzazione di una connessione peer-to-peer e dell’inoltro dei dati dell’applicazione a più dispositivi.

Secondo Google, ciò dovrebbe consentire la condivisione dei progressi correnti di un’app con un altro dispositivo. L’utente di quell’altro dispositivo può aprire l’app e quindi continuare l’operazione che l’utente originale stava facendo con quell’app.

Il Ricca esperienza multi-dispositivo è un’estensione di Lavori di condivisione nelle vicinanze introdotto da Google nel 2020. Sembra che Google abbia utilizzato la stessa terminologia prima che i dispositivi potessero comunicare tra loro. Ad esempio, gli utenti devono disporre di un account Google e gli utenti possono specificare quali contatti e app possono ricevere autonomamente le notifiche delle app.

Al momento, solo sdk è disponibile in formato Sviluppatore anteprima Per dispositivi Android con almeno Android 8, ma questo cambierà in seguito. Google prevede inoltre di rilasciare l’SDK per Android Auto, Chrome OS, iOS e Windows. Non è chiaro quando seguirà l’introduzione di questi SDK.


Molteplici esperienze ricche su dispositivi Android
READ  I datori di lavoro richiedono un'ulteriore estensione del supporto Corona per le aziende Notizie