QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Hackerato lo scambio di criptovaluta, ha perso $ 200 milioni dopo l’exploit »Crypto Insiders

Un nuovo exchange è stato vittima di un attacco hacker dopo che gli hacker sono riusciti a sfruttare una vulnerabilità. Gli hacker hanno avuto accesso ai portafogli hot exchange, che sono ospitati tramite Ethereum (ETH) La rete e la Binance Smart Chain (BSC) e hanno lanciato un enorme portafoglio di monete miste.

Lo scambio che è caduto vittima è Bitmart, classificato 121° da CoinMarketCaps Organizza lo scambio di criptovaluta. Inizialmente sono stati rubati $ 100 milioni di asset tramite la blockchain di Ethereum, ma ulteriori indagini hanno rivelato un hack simultaneo che ha comportato anche il furto di $ 96 milioni di monete provenienti dall’ecosistema BSC.

L’informatore era una terza parte

Per inciso, non è stato lo scambio stesso ad annunciare l’hack, ma una società di analisi e sicurezza dei dati blockchain chiamata Peckshield. Sono stati i primi a identificare transazioni di circa $ 100 milioni sulla rete Ethereum.

Più di 25 monete diverse sono state rubate dal portafoglio Ethereum. La moneta più rubata sembra essere Shiba Inu (SHIB) con un valore totale di oltre 29 milioni di dollari. Sembra che si tratti principalmente di memecoin, anche se sembra anche che ci siano alcuni progetti più seri come Fantom (FTM) e Polygon (MATIC).

Sulla rete BSC, SafeMoon (Safemoon) sembra essere la vittima più grande. Tra i 20 progetti sfruttati, questo progetto possiede la quota maggiore di circa 40 milioni di dollari in monete rubate.

READ  Il sindacato degli agricoltori prende provvedimenti contro i supermercati: "Il settore del commercio al dettaglio si comporta come un moderno mercante di schiavi" | consumatore

Bitmart si sta finalmente arrendendo

Dopo che Peckshield ha rivelato l’hack, c’è stata molta confusione tra gli investitori sulla piattaforma. Bitmart stesso inizialmente non ha confermato l’hack, anzi, gli amministratori del loro gruppo Telegram hanno potuto affermare che non si è verificato alcun hack.

secondo alcuni L’hacking era una notizia falsa mentre altri affermavano che i prelievi erano normali per la piattaforma e che le monete erano al sicuro. Alla fine, è stato il CEO di Bitmart Sheldon Shea a confermare che l’hack si era effettivamente verificato.