QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Horizon: The Forbidden West è in ritardo per una ragione molto umana

Horizon: Forbidden West, il tanto atteso sequel di Horizon: Zero Dawn, è finalmente arrivato nei negozi. Pochi mesi dopo il previsto, perché il gioco doveva essere rilasciato alla fine del 2021. Il gioco è diventato ufficiale Ritardato Con pochi mesi e il regista Mathijs de Jonge che ne parla in a recente intervista

Nell’intervista ha parlato, tra l’altro, del messaggio del franchise di Horizon e del ruolo delle eroine nei videogiochi, ma ha anche parlato della sua squadra e di come Guerrilla Games volesse mantenere la squadra sana di mente. Secondo lui, capita spesso che i dipendenti sperimentino una “crisi”, il che significa che devono lavorare sodo in poco tempo per rispettare le scadenze, una pratica che riceve grande attenzione. Tuttavia, voleva evitarlo e quindi la partita è stata posticipata.

“Da noi succede di rado. Siamo ben consapevoli degli svantaggi della rettifica, quindi ne teniamo conto nella nostra pianificazione. Per fare un esempio: a Natale dicevamo che non ci sarebbe stato lavoro e che tutti potevano prenderne solo due -settimana di ferie L’azienda è chiusa e non puoi nemmeno andare lì a lavorare.

Ad alcune persone piace continuare a lavorare e non vogliono necessariamente le vacanze di Natale. Non lo fermeremo. Ma stiamo inviando un segnale molto forte dall’interno dell’azienda.

Ovest proibito Potremmo essere stati fuori alla fine dell’anno scorso, ma poi avremmo dovuto fare gli straordinari. Le persone dovrebbero anche potersi rilassare e fare una vacanza, ad esempio stare con la famiglia e gli amici. Questo ha anche giocato un ruolo nella decisione di rilasciare il gioco proprio ora”.

Belle parole di Mathijs e, naturalmente, bello sentire che si sta pensando. Leggi di più su Horizon: The Forbidden West in La nostra recensione

READ  L'immagine mostra il nuovissimo Motorola razr 3 (2022)