QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Human Rights Watch: “Gli Stati Uniti e la Germania dovrebbero condividere la tecnologia mRNA con il resto del mondo” | Corona virus quello che c’è da sapere

In un nuovo studio, Human Rights Watch (HRW) ha proposto un elenco di oltre 100 aziende in Africa, Asia e Sud America che potrebbero produrre vaccini mRNA. Ora solo le aziende farmaceutiche negli Stati Uniti e in Germania hanno il monopolio della conoscenza e della tecnologia per sviluppare un vaccino Corona salvavita. Human Rights Watch invita i due paesi a condividere questa conoscenza con altri produttori al fine di combattere le disparità globali nei vaccini.




Leggi tutto sul corona virus in questa vita.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), i paesi a basso reddito avevano ricevuto appena lo 0,6 per cento dei vaccini distribuiti in tutto il mondo entro la fine di novembre. Pertanto, la disuguaglianza nella somministrazione del vaccino rimane un grosso problema. “Gli Stati Uniti e la Germania non dovrebbero lasciare che le aziende decidano dove e come i vaccini e i trattamenti salvavita raggiungano il mondo mentre il virus muta”, ha affermato Aruna Kashyap, direttore affari e diritti umani di Human Rights Watch.

Il coordinatore di AccessIBSA, un’organizzazione che lavora sui medicinali per tutti, ed esperto di vaccini di Medici Senza Frontiere ha stilato un elenco di oltre 100 piante in Africa, Asia e Sud America che, come i colossi farmaceutici tedeschi e americani, hanno la capacità per produrre vaccini a mRNA. Secondo Achal Prabhala di AccessIBSA, queste aziende potrebbero colmare il crescente divario vaccinale tra i paesi se gli Stati Uniti e la Germania mettessero fine al loro monopolio sulla conoscenza.

Human Rights Watch vuole che i paesi interessati rendano disponibili i vaccini non vietando più l’assegnazione dei diritti di proprietà intellettuale all’OMS relativa al commercio. Una deroga all’accordo TRIPS consentirebbe ai paesi di sospendere temporaneamente alcuni diritti di proprietà intellettuale al fine di produrre dispositivi medici salvavita contro il coronavirus, come i vaccini.

READ  Una banda giovanile curda impegnata in un conflitto di strada con armi pesanti: “La situazione è peggiorata dopo un incontro accidentale sul sito di“ chat ”| Instagram VTM News

La Commissione Europea e molti altri paesi vietano la sospensione temporanea dei brevetti. D’altra parte, il Parlamento europeo, gli Stati Uniti, l’Organizzazione mondiale della sanità e tutti i paesi in via di sviluppo, insieme a Sudafrica e India, sono i promotori dell’esenzione.

Margaret Worth, ricercatrice principale di Human Rights Watch, ha concluso che “i leader mondiali hanno ripetutamente promesso solidarietà e cooperazione con la comunità internazionale e un approccio intelligente alla pandemia di coronavirus. Devono urgentemente mantenere queste promesse”.

Leggi anche: La prima morte per una variante ‘moderata’ dell’omicron fa paura (+)