QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I calciatori brasiliani in Ucraina chiedono aiuto: ‘Non possiamo uscire di qui’ | Il conflitto in Ucraina

Tradizionalmente, il massimo club ucraino Shakhtar Donetsk impiega un gran numero di brasiliani. Attualmente sono 12 i brasiliani sotto contratto con il club, che da diversi anni non gioca a calcio in casa a causa delle tensioni nella regione di Donetsk.

I giocatori brasiliani dello Shakhtar si trovano attualmente con le loro famiglie in un hotel della capitale, Kiev, dove sono stati raggiunti anche dal connazionale Vitinho, che gioca per la Dynamo Kiev.

David Neres, trasferitosi allo Shakhtar lo scorso inverno dopo alcuni anni all’Ajax, ha pubblicato sulla sua pagina Instagram un video in cui i giocatori chiedono aiuto.

“I confini sono chiusi e tutti i voli cancellati. Siamo bloccati qui e non possiamo uscire. Chiediamo il sostegno del governo brasiliano”, ha scritto nel video.

Nello stesso hotel anche presente: Roberto de Zerbe, allenatore dello Shakhtar Donetsk, Italia. De Zerbe ha detto oggi ai media italiani come l’attentato lo ha svegliato la scorsa notte.

“Non è una bella giornata”, ha detto de Zerbe. “Sono stato tutto il tempo seduto nella mia stanza d’albergo”. Speravo da tempo che la federazione interrompesse la competizione e ora è successo”.

“Insieme al mio staff e a 13 brasiliani, ora siamo bloccati in un hotel. Probabilmente saremmo potuti tornare a casa prima, ma abbiamo deciso di restare. Ieri sera ci siamo svegliati improvvisamente dai bombardamenti”.

“Ora speriamo che il governo e l’ambasciata ci aiutino. Rimango ottimista”.

READ  Sint-Martens-Latem paga 134.000 euro per un culo nudo: "Bi... (Sint-Martens-Latem)