QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I cittadini dell’UE pagano per le emissioni di anidride carbonica di auto e case | i soldi

ModernizzazioneI residenti dell’UE vanno alla pompa e pagano attraverso la bolletta del gas i gas serra che emettono. Per ridurre i costi, ad esempio isolando la propria abitazione o passando a un’auto elettrica, possono rivolgersi a un fondo privato. Lo ha riferito la presidenza ceca.

Le misure fanno parte di un pacchetto cruciale di leggi sul clima che i negoziatori dei paesi dell’UE e il Parlamento europeo hanno concordato sabato. Le nuove leggi sono essenziali per raggiungere gli obiettivi climatici europei.

Prima del 2030, le emissioni di anidride carbonica devono essere ridotte del 55 per cento (rispetto al 1990), in modo che l’Unione europea possa essere completamente “climaticamente neutra” entro il 2050. L’accordo non è stato ancora confermato dal Parlamento europeo e dagli Stati membri, ma è considerato un provvedimento formale.

L’essenza delle misure è rafforzare ed espandere il sistema di certificazione dell’anidride carbonica per gli inquinatori. Negli ultimi anni, le aziende energetiche e l’industria hanno dovuto ottenere tali permessi per poter emettere gas serra. Ogni anno, l’Unione europea spende meno di quella quota per ridurre le emissioni. A causa della scarsità, stanno diventando più costosi. Ora il numero di quote di emissione deve essere ridotto più rapidamente di prima, il che significa che anche le emissioni devono diminuire più rapidamente.


citazioni

L’UE vuole essere un campione del clima, ma vuole anche impedirle di chiedere il fallimento a troppe delle sue società private.

diritti di emissione

Dal 2027, il sistema di scambio di quote di emissione sarà esteso al riscaldamento degli edifici e ai trasporti, sia per i consumatori che per le imprese. Quindi i cittadini e le imprese dovranno pagare per l’anidride carbonica dallo scarico e dal camino. Questo passa attraverso le compagnie elettriche e le stazioni di pompaggio. Devono pagare l’indennità di emissione e quindi trasferire i costi al cliente che entra per riempire o far funzionare la stufa a gas.

Ciò può far male ora che tutto, in particolare l’energia, è diventato molto costoso l’anno scorso. Ecco perché è così importante aiutare le persone con una piccola sovvenzione, riconoscono i negoziatori. Dal 2026 ci sarà un Social Climate Fund per assorbire le spese aggiuntive dei consumatori.

Il fondo ammonterà a 86,7 miliardi di euro. È finanziato in parte dai proventi dello scambio di emissioni e in parte dagli Stati membri. I paesi dell’UE potrebbero utilizzare questi soldi per alleggerire i costi per i poveri o aiutarli ad acquistare una pompa di calore o un’auto elettrica.

Campione del clima

L’UE vuole essere un campione del clima, ma vuole anche impedirle di chiedere il fallimento a troppe delle sue società private. Questo è il motivo per cui ci sarà anche una tassa di frontiera sull’importazione di alcuni prodotti dannosi per il clima come l’acciaio e il cemento. Ciò dovrebbe evitare che i produttori europei falliscano o si trasferiscano in un paese straniero meno rigoroso. Costerà posti di lavoro e non aiuterà il clima.

Guarda anche. Spiegato in 3 minuti: Quanto velocemente può ricaricare un’auto elettrica?

Guarda anche. Il premier De Croo propone un piano pensionistico molto “blu”: lavorare almeno 30 anni, tasse più alte e allontanarsi dai sistemi favorevoli ai dipendenti pubblici.

READ  Twitter chiede a dozzine di dipendenti che sono stati licenziati per errore di tornare