QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I dipendenti si ritirano a causa di Omicron: sindacati e datori di lavoro hanno tempo fino a venerdì per raggiungere un accordo su una flessibilità aggiuntiva | Economia

Il governo federale ha concesso a sindacati e datori di lavoro fino a venerdì per raggiungere un accordo su una flessibilità aggiuntiva per far fronte alla potenziale perdita di dipendenti a causa della variante omikron del coronavirus. Le parti sociali si sono separate senza accordo all’inizio di questa settimana. Lo ha confermato l’agenzia di stampa Belga.




Sindacati e datori di lavoro hanno negoziato un pacchetto di misure all’interno del G10 per rispondere nel caso in cui troppi dipendenti siano assenti in azienda per malattia o quarantena. I datori di lavoro inducono, tra l’altro, una maggiore flessibilità degli straordinari per i dipendenti e la possibilità di attrarre nuovi dipendenti (ad esempio, studenti di lavoro, lavoratori precari e anche pensionati). C’è il timore tra i sindacati che la flessibilità extra diventi strutturale. Lunedì le parti sociali si sono separate senza un accordo.

Il gabinetto principale sta discutendo il fascicolo ora. Lì si è deciso di dare al G10 fino a venerdì per raggiungere un accordo. Il governo ha chiaramente affermato che si tratta di misure temporanee. Inoltre, la variante omikron potrebbe aver raggiunto il picco e potrebbe non essere affatto necessario attivare le misure in modo efficace.

uno strumento

Le parti sociali discutono anche se le misure debbano essere applicate in generale o per settore. Per fornire un quadro di riferimento, a vari servizi è stato chiesto di creare uno strumento che potesse essere utilizzato per stimare la perdita dei dipendenti in vari settori.

L’organizzazione aziendale fiamminga Voka stima che una media del 6% dei dipendenti dell’azienda sia assente a causa di un’infezione da corona o di una quarantena. In periodi normali questa percentuale è di circa il 2%. Voka ha sostenuto un “kilobyte di emergenza” che avrebbe dato alle aziende la flessibilità per affrontare gravi perdite dei dipendenti.

READ  Reazioni all'accordo di uscita dal nucleare divise: da 'risultato di 20 anni di apolitica' a 'rilassato e arrabbiato'