QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I farmaci su misura dovrebbero offrire alle persone affette da demenza una vita migliore

I farmaci su misura dovrebbero offrire alle persone affette da demenza una vita migliore

L’organizzazione hospice AuntLouise, l’assicuratore sanitario CZ e il Result Laboratory stanno lanciando congiuntamente uno studio sui “medicinali su misura” per le persone affette da demenza. L’obiettivo del programma pilota è che i clienti determinino in anticipo, sulla base del loro profilo DNA, quale farmaco è più efficace, ma soprattutto il dosaggio ideale. Lunedì 8 luglio, i direttori dell’Aunt Louise Laboratory e dell’Outcomes Laboratory hanno firmato una dichiarazione di intenti per condurre una ricerca tra i residenti della Aunt Louise’s Nursing Home.

All’ICT & Health 2 (aprile 2024), Result Laboratorium, CZ Zorgkantoor e ziaLouise hanno già annunciato la ricerca nel campo della medicina personalizzata, con l’obiettivo primario: migliorare la qualità della vita delle persone affette da demenza. “E forse in questo modo possiamo anche ridurre la domanda di assistenza”, ha scritto Jan Kees van Wienen, allora direttore di ICT e salute di ziaLouise. “Quest’ultima sarà ovviamente una buona notizia per i nostri operatori sanitari che in questo modo potranno svolgere il loro lavoro in condizioni migliori”.

“Interessante e promettente”

Van Weenen descrive la ricerca come “interessante e promettente”. In un comunicato stampa Dopo la cooperazione ufficiale ora. “Se potessimo dare immediatamente ai nostri clienti il ​​farmaco giusto nella dose giusta sulla base di un passaporto del DNA personale, sarebbe fantastico. Un sottodosaggio o un sovradosaggio possono avere conseguenze gravi come effetti collaterali o problemi comportamentali. Prevenire o ridurre questo dovrebbe garantire che i pazienti ottengano la migliore qualità di vita sopra menzionata e che gli operatori sanitari beneficino di una ridotta domanda di cure.

Il direttore dice di attendere con “sano entusiasmo” i risultati delle indagini. Creando in anticipo un cosiddetto profilo farmacogenetico basato sul DNA personale, diventa possibile prevenire ulteriori problemi. Ad esempio, nei pazienti che mostrano livelli plasmatici insolitamente alti o bassi alla dose standard di un particolare farmaco, è possibile provare o escludere una causa genetica. Con la somministrazione di farmaci appositamente progettati è possibile ridurre o addirittura prevenire completamente gli effetti collaterali dannosi.

READ  La Germania riceve il primo vaccino contro il vaiolo delle scimmie nell'Unione Europea

Mantieni il controllo più a lungo

Il numero di anziani affetti da demenza aumenterà significativamente nei prossimi anni. L’obiettivo di zia Louise è rendere queste persone altamente indipendenti e autosufficienti in modo che possano prendere il controllo della propria vita per un periodo più lungo. Divertente, sicuro e significativo. Van Wegenen: “Allora è un bene che tu non soffra per mesi perché i tuoi farmaci non sono perfetti.”

I risultati precedenti ottenuti utilizzando il Medicine Passport in altri gruppi target – come ad esempio l’assistenza sanitaria mentale – sono stati preziosi e promettenti, spiega Hans Lin, direttore del Laboratorio dei risultati. “Grazie al passaporto del DNA gli psichiatri possono prescrivere farmaci più adeguati. Ciò avvantaggia il trattamento. Con questo nuovo programma pilota speriamo di ottenere un risultato simile in modo da poter ridurre i sentimenti di ansia e i comportamenti incompresi e quindi migliorare la qualità della vita. persone affette da demenza”.

A proposito di ricerca

Lo studio inizia con un’indagine pratica su venti residenti della casa di cura di zia Louise, ha riferito Van Wijnen lo scorso aprile su ICT&health 2. Si tratta di persone che manifestano molti effetti collaterali a causa dell’uso di farmaci o per le quali i farmaci utilizzati non funzionano o funzionano a malapena. . Tutti ricevono un passaporto del DNA attraverso i risultati di laboratorio.

Sulla base dei risultati, il geriatra di zia Louise, insieme al farmacista, verifica la compatibilità delle sostanze psicoattive utilizzate dai residenti in questione con il loro passaporto del DNA. In caso contrario, la dose verrà aggiustata o verranno prescritti altri farmaci.

Due professionisti scientifici di AuntLouise indagheranno quindi, in collaborazione con specialisti geriatrici, la misura in cui questo farmaco appositamente progettato influisce sulla riduzione dei comportamenti incompresi e sulla prevenzione degli effetti collaterali. CZ Zorgkantoor supporta questa ricerca pratica con gli analisti di dati. Vengono esaminati principalmente i seguenti comportamenti: lamentela, comportamento ripetitivo, irrequietezza (notturna), corsa compulsiva, irritabilità, comportamento sospettoso, apatico e aggressivo.

READ  Disturbo cerebrale causato da un singolo errore nel DNA - Notizie

Ampliare lo studio

Se la ricerca pratica dovesse dimostrare che i comportamenti incompresi effettivamente diminuiscono e/o che gli effetti collaterali spiacevoli diminuiscono effettivamente dopo un periodo di utilizzo del farmaco personalizzato, Result Laboratorium, CZ Zorgkantoor e AuntLouise vogliono ampliare la ricerca. Un campione più ampio verrà quindi seguito tra le persone con demenza in case di cura in associazione con la politerapia.