QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I fornitori di energia falliti possono richiedere una garanzia statale per evitare il fallimento | prezzi dell’energia

De Tejd ha appreso che se le banche non avessero più voluto concederle nuovi prestiti, avrebbe potuto rivolgersi al governo federale per una garanzia statale. Questa garanzia del governo dovrebbe consentire loro di trovare finanziamenti bancari sufficienti per affrontare un inverno difficile.

Nessun fornitore ha ancora formalmente richiesto garanzie, ma il settore ha recentemente ricevuto segnali da giocatori che faticano a ottenere prestiti. Con i prezzi dell’energia alle stelle, gli importi che dovevano finanziare in anticipo sono esplosi, il che ha anche raddoppiato il loro fabbisogno di capitale circolante e contanti. Inoltre, i fornitori vedono un aumento delle inadempienze e dei piani di rimborso dei loro clienti e devono pagare gran parte delle bollette energetiche del governo, come tariffe di rete, imposta sul valore aggiunto e parte della tariffa sociale, denaro che a volte possono solo recuperare dopo mesi.

Le aziende redditizie possono anche affrontare problemi se non ottengono abbastanza credito dalle banche per coprire i loro acquisti nel prossimo inverno.

Il sistema delle garanzie deve fornire una sicurezza sufficiente affinché le banche consentano ancora le linee di credito necessarie. Fornitori e intermediari, come rivenditori di energia elettrica e gas, possono ottenere dallo Stato una garanzia del 70 per cento dell’importo da prendere in prestito. Pertanto, il rischio per la banca è limitato al 30%.

READ  Rolls-Royce produce l'auto più costosa di sempre con paracadute compatti ...