QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I genitori di Natasha de Crombruggi, 28 anni, sono espliciti sulla ricerca della figlia scomparsa in Perù: “La gente ha paura di parlare” | all’estero

Natasha de Cromroughi, 28 anni, è scomparsa in Perù dal 24 gennaio, ma i suoi genitori sperano ancora di ritrovare la figlia viva. “Andiamo porta a porta e parliamo con negozianti, direttori d’albergo, il prete, il sindaco…”, dicono Eric e Sabine de Cromroughi di Linkbeck di Cabanaconde, dove la loro figlia è stata vista l’ultima volta. Non c’è ancora una svolta nel caso della scomparsa, ma i genitori non si arrendono. “Sembra che la gente abbia paura di parlare”, ha detto Sudbrese.

I media peruviani hanno pubblicato queste foto di Natasha a febbraio:

Eric e Sabine de Kromberg di Linkbeck soggiornano a Cabanaconde da sabato. In quel villaggio di montagna, la loro figlia è stata vista l’ultima volta a gennaio, prima che iniziasse il suo viaggio verso il Canyon del Colca. I genitori lanciano tutto nella battaglia per trovare una traccia del loro bambino.

La scorsa settimana si sono incontrati ad Arequipa con agenti di polizia alle prese con la scomparsa della figlia. Ci hanno rassicurato sulla ripresa delle indagini.

Alla fine le acque del fiume Kolka iniziarono a calmarsi, così che anche Natasha potesse essere perquisita lì. © Shutterstock/Betty

fiume Colca

Una delle rapide seriamente considerate è che Natasha sia caduta nel fiume Kolka. I suoi genitori hanno detto: “L’acqua sta finalmente iniziando a diminuire, quindi ora la polizia può perquisire anche lì”. Gli ufficiali hanno trovato i pantaloni di Kevin Ramos la scorsa settimana. Questo peruviano di 15 anni è finito nel fiume Colca il giorno dopo la scomparsa di Natasha. Il suo corpo non è stato ancora trovato.


citazioni

In questo villaggio di 1.500 persone, pochissime persone si fidano della polizia.

Eric e Sabine de Cromroughi

“Gli abitanti del villaggio non parlano”

La polizia locale pensa che troveranno il corpo di nostra figlia nel fiume, perché non l’hanno trovata nella valle. A quel punto si può aprire un’indagine penale”.

I genitori della scomparsa Natasha vogliono che la polizia faccia il contrario. “Vogliamo condurre un’indagine prima per trovare Natasha viva. Vogliamo trovarla rapidamente, ma abbiamo bisogno di prove per farlo. Qualcuno che parli e ci metta sulla strada giusta”. Secondo Eric e Sabine, la gente di Cabanaconde purtroppo tace.

“Sembra che la gente abbia paura di parlare.” Le voci si sono sparse, ma gli abitanti del villaggio non parlano davvero. “In questo villaggio di 1.500 persone, poche persone si fidano della polizia. Alcuni potrebbero temere rappresaglie”, ipotizzano i genitori. “Oppure hanno paura di apparire al fronte proprio ora. Potrebbero aver paura di essere sospettati perché non hanno testimoniato subito”.

Cosa pensano che sia successo loro stessi?

Nel frattempo, la coppia è attivamente alla ricerca della figlia. “Tre mesi dopo ci sono ancora posti che non sono stati pettinati (La polizia locale afferma di aver perquisito il 98% della valle, editore.)† Forse Natasha è bloccata in un baratro o in un burrone”. Inoltre, i genitori hanno affisso manifesti e sono andati di porta in porta in cerca di informazioni.

“Ma ci sono anche giorni in cui crepiamo”, hanno ammesso Eric e Sabine. “Quando ciò accade, ci incoraggiamo a vicenda. In pratica rimanendo occupati possiamo andare avanti. Non ci arrendiamo mai”.

Agenzia di stampa francese

© AFP

Leggi anche:

I genitori di Natasha (28) sei settimane dopo la sua scomparsa in Perù: “Ci sono due opzioni possibili per noi al momento”

segnalazione. Ai detective peruviani scomparsi di Natasha: “Non posso promettervi che la troveremo, ma faremo tutto il possibile”



READ  Secondo l'Ucraina, una nave da guerra russa è affondata: la peggiore sconfitta per la sua flotta dalla seconda guerra mondiale