QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I genitori vogliono crescere i propri figli in modo perfetto.  Ciò porta a problemi psicologici, anche nei bambini

I genitori vogliono crescere i propri figli in modo perfetto. Ciò porta a problemi psicologici, anche nei bambini

Si chiamano genitori elicotteri. Genitori che sono molto protettivi nei confronti dei propri figli e cercano costantemente di rendere perfetta la loro vita. Un nuovo studio ha ora dimostrato che questo non fa bene a nessuno, causando problemi psicologici sia ai genitori che ai figli.

Conosciamo tutti le differenze con il passato. Poi, quando eri bambino, eri lasciato a te stesso. Hai giocato con altri bambini o con te stesso ed eri membro di una società sportiva. Se prendi buoni voti a scuola e hai qualche amico, presto starai bene. Quanto è diverso adesso? Si sente dire dai genitori che insegnano ai bambini almeno il cinese o l'inglese e imparano anche a leggere prima di andare al Gruppo 3. È come se i genitori facessero una specie di corsa al successo per rendere i loro figli il più perfetti possibile.

Pressione dal mondo esterno
Peggio ancora, questo è dannoso per genitori e figli. Entrambi diventano infelici a causa della pressione di cercare di essere perfetti. Sembra da Un nuovo studio americano Tra più di settecento genitori. Quasi il 60% afferma di soffrire di burnout o di sentirsi fisicamente ed emotivamente esausto. Ciò deriva da aspettative molto elevate su se stessi e dalla pressione del mondo esterno. Anche non avere abbastanza tempo per giocare con i bambini, le relazioni e le faccende domestiche sono cose che portano a lamentele di burnout.

Fai di meno
La cosa triste è che meno lavoro è la risposta. Più tempo i genitori e i figli trascorrono giocando insieme, e meno associazioni sportive, lezioni di musica o altri obblighi hanno i bambini, meglio si comportano. Questi bambini hanno meno probabilità di avere problemi psicologici, come ADHD, depressione, disturbo ossessivo-compulsivo o ansia. Sono anche più felici quando i loro genitori si sentono bene. Si crea addirittura una spirale discendente: quando i bambini hanno problemi mentali, i genitori spesso riferiscono di stanchezza e urlano di più contro i loro figli. Ciò a sua volta porta a maggiori disturbi psicologici nei bambini.

READ  La madre di Margo soffre di demenza: mia madre non è più mia madre

La ricercatrice capo Kate Gawlik college statale dell'Ohio, Lei stessa madre di quattro figli che lavora, cita come problema l'illusione di una genitorialità perfetta. Le aspettative sono alte e nulla può andare storto. “Penso che i social media abbiano davvero fatto pendere l'ago della bilancia. Puoi guardare le persone su Instagram o puoi anche guardare le persone che vanno in giro e pensare: 'Come fanno? Come fanno a sembrare che tutto vada sempre bene quando io non lo faccio? ?'

Cultura della prestazione
In realtà, soprattutto sui social, si vede solo una piccolissima parte della storia. Un bambino che urla per terra in un supermercato non è affare di nessuno storia di Instagram, Si Questo Immagine perfetta Un viaggio a Disneyland. Anche i talenti speciali della prole sono ampiamente discussi. “Abbiamo grandi aspettative su noi stessi come genitori e abbiamo grandi aspettative su ciò che i nostri figli dovrebbero fare e cosa possono fare. Ti confronti con altre famiglie e c'è giudizio. Che sia inteso in questo modo o no, succede.”

È la “cultura della performance” che causa tutta questa miseria, secondo Gawlik. “Quando i genitori sperimentano il burnout, sperimentano ansia, stress e depressione, ma anche i loro figli stanno peggio dal punto di vista psicologico”, aggiunge la co-ricercatrice Bernadette Melnyk. “Quindi è molto importante affrontare la vera storia se ti senti sopraffatto come genitore e fare qualcosa al riguardo prendendoti più cura di te stesso.”

Genitorialità positiva
I ricercatori ne hanno sviluppato uno molto efficace Scala di burnout dei genitori che lavorano. Questo sondaggio in 10 punti consente ai genitori di misurare il proprio burnout in tempo reale e imparare come utilizzare soluzioni comprovate. Una di queste soluzioni è la cosiddetta genitorialità positiva. Dai ai tuoi figli molto calore e amore, ma anche struttura e direzione. “Stai insegnando loro in modo amichevole le conseguenze di un certo comportamento. È meglio cercare di essere un genitore positivo che un genitore perfetto.

READ  Gli scienziati sviluppano un esame del sangue per l'Alzheimer: "La lotta contro la malattia sta guadagnando slancio"

Gawlik fa un esempio: “Se dai sempre la priorità a mantenere la tua casa perfettamente pulita, ma questo non ti lascia il tempo di passeggiare con i tuoi figli la sera, potresti dover riorganizzarti o trovare un modo per fare entrambe le cose.”

un bambino felice
Non si tratta di crescere figli perfetti nel modo perfetto, ma di prepararli alla vita adulta in modo positivo. Ciò eviterebbe molte frustrazioni. “I genitori fanno un ottimo lavoro nel prendersi cura dei propri figli, ma raramente danno priorità a se stessi. Come genitori non possiamo fare tutto. Se i bambini vedono che i loro genitori si prendono cura di se stessi, c’è un’alta probabilità che imparino questo valore Questo ha un impatto anche sui bambini”, conclude. E su tutta la famiglia: “Come mi ha detto un genitore, preferirei avere un figlio felice piuttosto che un figlio perfetto”.