QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I geologi dell’Università di Utrecht hanno rivelato l’interazione delle placche tettoniche a catena

questo è condizionepubblicato sulla principale rivista di settore scienze naturali della terraÈ stato il risultato del lavoro dei geologi dell’Università di Utrecht, dell’Università del Queensland e dell’Università Ben-Gurion del Negev. Per verificare la loro ipotesi, i ricercatori si sono posti la seguente domanda: si è formata una nuova zona di subduzione sul confine settentrionale dell’Arabia, a causa del pennacchio del mantello circa 100 milioni di anni fa? Ha creato un enorme vulcano vicino al Madagascar, ha iniziato una reazione a catena? Il professore di tettonica a placche e paleogeografia a Utrecht, Doi van Hensbergen, l’ex studente di dottorato e primo autore Derya Gorer, e il geofisico israeliano Roy Granot hanno analizzato passo dopo passo i risultati. “Se la nostra ipotesi è corretta, la nuova zona di subduzione che si è formata sul bordo settentrionale dell’Arabia deve aver creato nuove nuvole sulla placca africana circa 10 milioni di anni dopo, il che avrebbe dovuto cambiare il movimento della placca”, ha detto Gurer. “Ma per analizzarlo, abbiamo dovuto risolvere un grosso problema”.

campo magnetico

Come un dispositivo di registrazione, la storia dei movimenti delle placche in passato viene registrata nel campo magnetico della crosta oceanica. Una volta che le rocce si formano mentre il magma si raffredda sotto il fondo dell’oceano sulle dorsali oceaniche, registrano e immagazzinano il campo magnetico terrestre. Pertanto, quando il campo magnetico è invertito, punta nella direzione opposta nelle rocce più giovani rispetto alle rocce più vecchie. La crosta oceanica forma così un archivio che ci dice qualcosa sulla posizione e sul movimento delle placche tettoniche in un lontano passato.

READ  Fai attenzione in Apex Legends: Escape - Gameplay Show

zona magnetica tranquilla

Ma tra 125 e 83 milioni di anni fa, non c’erano inversioni di campo magnetico. “Nella crosta oceanica formatasi durante questo periodo, il campo magnetico è ovunque nella stessa direzione. Forma così la cosiddetta zona magnetica quiescente”, spiega Van Hinsbergen. Di conseguenza, è stato finora impossibile rilevare i cambiamenti nella placca movimento durante questo periodo di tempo. Ma Roy Grannott scoprì 10 anni fa che le rocce nella regione di quiescenza registravano bruschi cambiamenti nel rumore magnetico. modello. Ha mostrato che la placca africana ha effettivamente accelerato e ruotato immediatamente dopo la formazione della nuova zona di subduzione”, afferma Granot. Questa rotazione a sua volta ha innescato una catena di eventi, inclusa una nuova zona di subduzione nel Mediterraneo occidentale, che a sua volta ha rotto la zona occidentale Medium Mediterraneo.” Questa è la prima volta che viene trovata la prova di una reazione a catena tettonica zolle. Con questo studio, analizziamo un meccanismo che spiega perché ci sono brevi periodi in cui le placche cambiano improvvisamente direzione. Questi movimenti della placca influenzano la formazione di catene di montagne sottomarine. “Porte e vulcani sono anche sul clima globale”, ha detto Gurier.

placche tettoniche

La ricerca di Van Hensbergen e colleghi contribuisce a rivelare i meccanismi alla base della tettonica a placche. La reazione a catena della tettonica a placche avviata da un vulcano gigante mostra come la danza della tettonica a placche sia innescata dall’attrazione delle placche che si uniscono nel mantello terrestre – la cosiddetta “trascinamento delle placche”. I geologi studiano questi meccanismi in quanto sono alla base di terremoti, vulcani, formazione di montagne e formazione di molti minerali e altre materie prime. Ad esempio, in precedenza hanno studiato il suddetto supervulcano come possibile fattore scatenante per la tettonica a placche, Ruolo limitato della convezione del mantello e il Il grande Continente Adria è scomparso nella regione mediterranea. “Ho studiato questi meccanismi per 20 anni e, nonostante il fatto che stiamo trovando sempre più pezzi di puzzle per svelare la tettonica a placche, sta diventando sempre più chiaro ciò che non capiamo ancora”, afferma van Hinsbergen.

READ  Una grave vulnerabilità in Apache Log4j 2 potrebbe interessare migliaia di organizzazioni - Computer - Notizie

A cura di: Guida nazionale per l’istruzione