QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I microbiologi hanno lanciato l’allarme: gli antibiotici non hanno effetto su centinaia di batteri intestinali mobili | Generale

I vacanzieri portano a casa molti batteri intestinali resistenti che non rispondono agli antibiotici. Può essere trovato nel corpo, specialmente quando si viaggia in Asia. “Se questi batteri causano un’infezione, è molto più difficile da trattare”.




È quanto emerge da una ricerca condotta dall’Università di Maastricht. I microbiologi hanno esaminato la flora intestinale completa di 190 cittadini olandesi che si erano recati in paesi asiatici o in parti dell’Africa. I ricercatori hanno scoperto centinaia di nuovi geni di resistenza nelle feci di questi viaggiatori. “Questi batteri non sono necessariamente un problema per le persone sane, ma se sviluppano un’infezione del tratto urinario, ad esempio, può diventare più difficile da trattare”, spiega il microbiologo John Binders.


citazione

Questi batteri non sono necessariamente un problema per le persone sane, ma se sviluppano un’infezione del tratto urinario, ad esempio, può diventare più difficile da trattare.

John Binders, microbiologo

Inoltre, è importante che gli ospedali sappiano se i pazienti hanno batteri resistenti nei loro corpi, perché vogliono prevenirne la diffusione. Secondo Binders, un buon screening è importante per isolare i pazienti. “Vogliamo scoprire rapidamente nuovi geni di resistenza per stare al passo con la diffusione di altri”, afferma.

Esistono già batteri che non rispondono a nessun antibiotico, nemmeno a quelli usati come ultima risorsa. È difficile aiutare questi pazienti. In particolare a causa dell’uso di antibiotici, alcuni batteri si sviluppano in modo tale che il trattamento con il farmaco non funziona.

infezioni

I ricercatori hanno anche trovato questo batterio resistente nelle persone che si trovavano nel sud-est asiatico. “I batteri multiresistenti sono uno dei maggiori problemi di salute pubblica del prossimo futuro in tutto il mondo”, ha affermato Binders. Precedenti ricerche britanniche hanno mostrato che entro il 2050 potrebbero morire più persone per infezioni multiresistenti rispetto a quelle che attualmente muoiono per malattie cardiovascolari o cancro.

A proposito, la maggior parte dei vacanzieri si libera dei batteri intestinali resistenti dopo poche settimane. Solo alcuni di loro sono ancora presenti nel corpo dopo un anno. Il maggior rischio di problemi di salute si presenta se i viaggiatori sviluppano un’infezione subito dopo il loro ritorno.

Unisciti alla conversazione
Puoi rispondere in fondo a questo articolo. I commenti verranno pubblicati solo con il nome completo. Lo facciamo perché vogliamo una discussione con persone che supportano ciò che dicono e che ci mettono il loro nome. Se hai ancora bisogno di inserire il tuo nome, puoi farlo cliccando su “Accedi” in alto a destra del nostro sito.

Guarda i video delle notizie di tendenza nella playlist qui sotto:


READ  Gummers sulle preoccupazioni per la pressione provvisoria: il rilassamento non porterà a un culmine | proprio adesso