QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I neuroni trapiantati vengono utilizzati per testare più rapidamente i farmaci esistenti

I neuroni trapiantati vengono utilizzati per testare più rapidamente i farmaci esistenti

Il consorzio SIMPATHIC guidato da Amsterdam UMC e Radboudumc ha creato un nuovo modo per accelerare l’uso dei farmaci esistenti per i pazienti con disturbi neurologici rari.

Lo fanno testando i farmaci nei neuroni umani trapiantati. La sperimentazione sugli animali di solito non è necessaria per questo. I ricercatori hanno ricevuto una sovvenzione di 8,8 milioni di euro dal programma Horizon Europe per sviluppare ulteriormente questo nuovo approccio.

I ricercatori utilizzeranno una nuova tecnica per testare l’efficacia dei farmaci esistenti nei pazienti con un disturbo neurologico. Per questo hanno bisogno solo di una provetta di sangue o di un piccolissimo pezzo di pelle del paziente. Contiene cellule staminali che i ricercatori trasformano in cellule nervose. Quindi i ricercatori testano come i neuroni trapiantati rispondono a tutti i tipi di farmaci esistenti.

Se i ricercatori vedono un effetto positivo di un farmaco sulle cellule nervose, condurranno immediatamente uno studio scientifico su un gruppo di pazienti con gli stessi sintomi. Queste possono essere persone che soffrono di varie malattie. Poiché i farmaci esistenti sono già stati testati sugli esseri umani, i test sugli animali spesso non sono necessari. Ciò accelera notevolmente l’uso dei farmaci in nuove applicazioni e riduce i costi di ricerca.

fonte:

UMC di Amsterdam

READ  Lo studio PRO-FIT considera la riabilitazione cardiaca come una procedura alternativa