QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I possessori di bitcoin stanno ancora resistendo, ma la pressione sta aumentando

Quest’anno il contesto macroeconomico è stato tutt’altro che ideale per molti mercati finanziari. Inoltre bitcoin Il prezzo di (BTC) è sceso di oltre il 60% dall’inizio dell’anno. Nonostante ciò, il volume degli scambi è stato ragionevole dal luglio di quest’anno stazionario rimasto. Inoltre, sembra che un gran numero di investitori continui a mantenere il proprio bitcoin nonostante il mercato ribassista. Cosa significa esattamente tutto questo?

I bitcoin sopravviveranno?

Fuori Dati della società di analisi Glassnode Mostra che il numero di detentori di bitcoin a lungo termine è in aumento e quindi generalmente non vendono le loro monete. Questo è chiaramente uno dei motivi per cui il prezzo del Bitcoin è stato relativamente stabile negli ultimi mesi.

da più lontano date Del Glassnode, il 60% dell’offerta di bitcoin in circolazione è inattivo da più di un anno. Sebbene questo sia un segnale positivo e possa portare alla stabilità dei prezzi, non è una garanzia. Nel 2018, un periodo di simile stabilità è stato seguito da un mese sanguinoso. Alla fine del 2018, il prezzo del Bitcoin è sceso di non meno del 50% da novembre a dicembre.

I minatori di Bitcoin sono in guai seri

Tuttavia, al momento c’è molta pressione di vendita Minatori di bitcoin. Il tasso di hash è storicamente alto, ma il prezzo è basso. Inoltre, i prezzi dell’energia ei costi delle attrezzature sono in aumento, il che porta a un aumento dei debiti. Solo a luglio, i minatori di Bitcoin si sono uniti $ 4 miliardi per debito. Questo è il motivo per cui molti minatori di bitcoin hanno dovuto vendere i loro bitcoin estratti e le loro riserve di bitcoin di recente.

READ  Icahn dice che non può e non vuole tagliare Internet russo - IT Pro - News

Quindi i minatori stanno affrontando un problema serio. chiede un importante minatore fallimento I prezzi delle azioni delle società minerarie sono vicini evaporato. I prossimi mesi saranno cruciali per molti minatori. Una rapida ripresa arriverà in tempo per queste aziende che riescono a malapena a tenere la testa fuori dall’acqua. Tuttavia, sono molto dipendenti dalle azioni della Federal Reserve statunitense, che continua ad aumentare i tassi di interesse nella sua lotta contro l’inflazione.

Il mondo soffre di decenni di iperinflazione, c’è una crisi energetica in Europa, ci sono problemi con la catena di approvvigionamento globale e i minatori di bitcoin riescono a malapena a tenere la testa fuori dall’acqua. Nonostante tutto, i detentori a lungo termine di bitcoin sembrano ancora fiduciosi e riluttanti a vendere. Nei prossimi mesi vedremo se uno scenario come quello di fine 2018 si ripeterà o se ci rimetteranno i proprietari. Lancette diamantate rimarrà chiuso.