QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I proprietari di pannelli solari possono donare elettricità dal 2022…

Foto: Mark Hermans – Media House

Dal 2022, il ministro dell’Energia Saturn Demir consentirà di donare o vendere energia dai pannelli solari che non usi alla tua famiglia, ai tuoi amici o ai tuoi vicini. Anche se hai un contatore digitale.

Il governo fiammingo ha deciso venerdì di rendere possibile la condivisione dell’energia per gli abitanti degli appartamenti dall’inizio del prossimo anno. Da luglio 2022, i proprietari di pannelli solari potranno vendere o donare elettricità a chi vogliono.

Concretamente, secondo il ministro dell’Energia Saturn Demir (N-VA), sarà molto interessante investire insieme in pannelli solari sul tetto di un condominio. “Dal 1° gennaio, l’energia solare generata nell’edificio può essere distribuita a tutti i residenti del condominio”, afferma Demir.

Ma la condivisione dell’energia diventerà molto interessante anche per cittadini, scuole, organizzazioni, autorità locali e PMI a partire da luglio 2022. Tutti possono diventare fornitori di energia verde per un familiare, un amico, un collega, un appaltatore o un vicino. dovunque fosse. “Si chiama vendita diretta da persona a persona” uno a uno. Gli acquirenti di questa vendita devono solo informare Fluvius di ciò. Poi quest’ultimo prende le disposizioni pratiche e assicura il flusso di informazioni ai fornitori, in modo che la bolletta dell’elettricità venga automaticamente adeguata”, ha spiegato il ministro. Dietro le quinte, l’Agenzia fiamminga per l’energia e il clima (VEKA), VREG e operatore di rete Fluvius sta preparando regolamenti tecnici e procedure pratiche, in modo che lo scambio di energia possa avvenire “Questo è più complicato di quanto sembri, perché coinvolge molte tecnologie dell’informazione e processi di mercato”, afferma Demir.

più sociale

“Chi non desidera alcun compenso per l’energia prodotta, ad esempio perché l’elettricità va a un familiare in difficoltà economiche, può anche fornire l’elettricità ‘gratuitamente’ mentre viene ritrattata attraverso questo uno a unorestringimento. Con questa riforma, il mercato dell’energia nelle Fiandre sarà più sociale che mai. Sia la condivisione dell’energia che la vendita tra due persone incidono sull’energia elettrica fornita in bolletta e consentono di ridurre questi costi.

READ  Un sindacato socialista vuole abbassare l'età del pensionamento anticipato a 58 anni L'interno

Leggi anche. Improvvisamente non abbiamo più i pannelli solari: molte meno installazioni dopo un clamore sul contatore di ritorno (+)

Dal 2023, la condivisione dell’energia sarà ampliata per includere vere comunità energetiche. Chiunque sia unito alla comunità energetica potrà investire in un gruppo in un impianto di energia verde o isolamento, una grande batteria di quartiere o, ad esempio, stazioni di ricarica pubbliche per auto elettriche.

contatori digitali

Secondo Demir, i fornitori di elettricità sanno da tempo che questo sta arrivando. “Questo è lo sviluppo del mercato. Di per sé, questo non ha ancora portato a proteste significative da parte dei fornitori di energia, che stanno aumentando la concorrenza”.

La condivisione dell’energia deve, ovviamente, servire ad altri scopi oltre a rendere il mercato dell’energia più libero e sociale. “Speriamo anche di raggiungere l’obiettivo delle energie rinnovabili nelle Fiandre attraverso la condivisione dell’energia”. C’è anche qualcos’altro. “Questo è un vantaggio molto tangibile di un contatore digitale. Perché puoi condividere l’energia solo con un contatore così intelligente.”